Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Domenica, 09 Agosto 2020
040_compasso.jpg045_vcn.jpg180_winet.jpg010_bluesea.jpg020_idrovelox.jpg030_solazzo.jpg120_duesse.jpg
Oss salentini in protesta "Attesa per i contratti a Lecce"

Oss salentini in protesta "Attesa per i contratti a Lecce"

Torna lo stato di agitazione tra gli operatori socio sanitari vincitori del concorso per 2445 posti, organizzato dagli Ospedali Riuniti di Foggia, pronti a manifestare per richiedere ad Asl Lecce la firma dei contratti di assunzione.

Gli Oss vincitori, riuniti in un comitato spontaneo, in una nota stampa si rivolgono alla direzione sanitaria leccese in cerca di risposte sui tempi delle convocazioni. “Mentre noi siamo in attesa, tanti altri colleghi diretti ad altre Asl – scrivono gli operatori sanitari - prenderanno servizio il 1 o il 16 agosto. Perché Lecce non si è allineata con la politica delle altre ASL – chiedono - eppure è un concorso regionale unico. Vogliamo risposte certe e che venga messo tutto nero su bianco, velocizzando l'iter delle assunzioni come le altre ASL. L’iter a singhiozzo che stiamo osservando è un mistero che ci fa sentire vincitori di serie b, quando invece le assunzioni dovrebbero essere fatte uniformemente per tutti”. Ritardi che preoccuperebbero soprattutto in ottica di sovrapposizione con le tempistiche di stabilizzazione dei precari. “I vincitori vanno assunti entro e non oltre 120 giorni dall'ufficialità della graduatoria – precisano dal comitato Oss. Non vogliamo nessuna guerra contro i precari, chi arriverà ai 36 mesi è giusto venga stabilizzato, ma non capiamo perché si allungano i contratti determinati sino a gennaio 2021 con un concorso già fatto. Chiediamo quindi che venga rispettata la legge affinché nessuno pensi di eludere i nostri diritti”.

 

Fonte: NuovoQuotidianodiPuglia

030_ortokinesis.jpg170_pneumatic.jpg080_rosetta.jpg100_vetrugno.jpg110_deplint.jpg070_annaluce.jpg130_solazzo.jpg090_liaci.jpg