Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Lunedì, 20 Maggio 2019
010_bluesea.jpg140_lapineta.jpg040_compasso.jpg030_solazzo.jpg120_duesse.jpg150_sm.jpg130_vetrugno.jpg020_idrovelox.jpg045_vcn.jpg

Tre serate all’insegna dell’arte e della cultura quelle che hanno visto come protagonisti sul palco del cineteatro “Fratelli Lumière” i bambini della 3A e della 3B della scuola primaria “A. Lecciso” di Carmiano dell’Istituto Comprensivo ad Indirizzo Musicale “G. Zimbalo”.

La prima sera, il 16 maggio destinata al progetto Un mondo di note”, i piccoli cantanti, con voci e cuori all’unisono, hanno accompagnato il pubblico lungo un percorso espressivo non di sole note musicali, ma di avvicinamento a tradizioni e culture diverse. La musica interpretata e vissuta come strumento di abbattimento delle barriere culturali, di accoglimento delle differenze che, al contrario, uniscono. I bambini, magistralmente guidati dalla maestra Lucia Santoro, hanno saputo trasmetterci questo messaggio, interpretandolo come nessun altro avrebbe mai potuto fare. Stringendosi per mano, con la naturalezza e la spontaneità che li contraddistingue, ed unendo le loro voci, hanno voluto dimostrarci che i legami tra le persone nascono e si rafforzano sulla strada dell’integrazione e dell’inclusione sociale.

Lo spettacolo è stato accompagnato da una serie di immagini colorate e a tema: bandiere di ogni nazionalità distribuite sullo scena e una cartina geografica stampata sulle magliettine da loro indossate e riprodotta sullo sfondo hanno efficacemente rappresentato quel “mondo di note” che vorremmo, ove i popoli possano avvicinarsi anche attraverso l’arte.

Il 17 ed il 18 maggio, sotto la guida eccellente della maestra Lucia Puscio, i bambini hanno invece portato in scena, in veste di capacissimi attori, uno dei romanzi storici più importanti del panorama della letteratura classica italiana: “I Promessi sposi”. Tale rappresentazione, relativa al progetto Renzo e Lucia, migranti di ieri e di oggi”, ha inteso dare concretezza al progetto lettura realizzato lo scorso anno scolastico con lo scopo di avvicinare i piccoli lettori ai grandi classici della letteratura italiana che, a prescindere dal trascorrere del tempo, riescono a mantenere inalterata la loro attualità e freschezza, così come la loro carica emotiva.

La scena centrale dello spettacolo è stata l’ “Addio ai monti”: “mala cosa nascer povero”, mala sorte dover mettere il proprio passato in una sacca per poi andare via di corsa su una barca, mormorando un sofferto “addio” mentre il dolore rimbomba in ogni ansa, cresce con la progressiva distanza dalla casa natìa, si alimenta con il timore di non poter più fare ritorno nella propria terra.

I piccoli attori sono chiamati ad interpretare e reinventare la storia raccontata da Manzoni, a rappresentare  Renzo e Lucia come migranti di ieri e di oggi, a illuminare sotto una nuova luce una delle pagine più grandiose della letteratura mondiale, una pagina che ci offre l’occasione di affrontare - con profondità d’animo - il tema dei flussi migratori e della carica drammatica che essi si portano dietro. Questo stupendo brano, infatti, unisce tutta la potenza del suo alto lirismo con l’attualità di una tematica che ci scuote e colpisce.

Il pubblico, posto dinanzi ad una scenografia di grande impatto visivo è stato così letteralmente traghettato in un’epoca storica cronologicamente lontana ma a noi ancora tanto vicina.

I piccoli protagonisti, con i loro bellissimi costumi, hanno saputo reintepretare, con grande bravura, una storia quanto mai attuale che, incentrata sulla continua contrapposizione tra bene e male, ci induce a maggiore riflessione sulle tematiche dei flussi migratori.
La musica, sempre al centro della scena, ha perfettamente cucito le immagini dei piccoli attori che ci hanno raccontato, con la recitazione e con la danza, sia il dolore umano dell’ “Addio ai monti” con la scena di grande impatto emotivo dell’abbraccio senza tempo tra Lucia ed Agnese; sia la gioia del superamento di tutti i dolori e le difficoltà della vita, nel momento in cui Renzo e Lucia possono finalmente coronare il proprio sogno d’amore.

Uno spettacolo incalzante, in cui la bravura degli interpreti ha saputo convogliare l’attenzione dello spettatore sul messaggio conclusivo, quello della speranza che induce l’animo umano a non desistere e a guardare al futuro con maggiore positività. La scelta dello spettacolo teatrale è stata motivata dal bisogno  di costruire percorsi didattici che favoriscano lo sviluppo della creatività, al fine di rendere la scuola un ambiente autenticamente produttivo, capace di stimolare gli alunni, le loro energie, le loro potenzialità ed i loro talenti personali.

Fare teatro a scuola, trasformando l’aula in un setting teatrale, significa mirare ad un percorso di crescita innovativo ed alternativo rispetto all’insegnamento tradizionale, significa favorire le interazioni e gli scambi tra alunni e docenti, offrire ai primi esperienze significative sul piano cognitivo, affettivo, emotivo, interpersonale e sociale. Alla luce di tutto, come genitori, siamo lieti di porgere i nostri più sentiti ringraziamenti alle insegnanti, Maria Lucia Santoro e Maria Lucia Puscio, guide insostituibile nella crescita dei nostri figli, per i loro rispettivi progetti, alla maestra di danza Ninfa Fersini e alla sua collaboratrice maestra Elisabetta Centonze, oltre che a tutti coloro che, a vario titolo e mettendo a disposizione le proprie competenze, hanno consentito l’impeccabile realizzazione di questo meraviglioso spettacolo.

Published in Eventi
Venerdì, 17 Maggio 2019 18:59

Noi cittadini del mondo tra musica e cultura

Emozioni tra musica e folklore al cineteatro “F.lli Lumière” per gli spettacoli di fine anno scolastico organizzati dalla classi 3a e 3b della scuola primaria “Lecciso” di Carmiano. In una sala gremita, presenti la dirigente scolastica Maria Rosa Rizzo, la fiduciaria di plesso Antonella Fiore, tantissimi genitori e l’assessore alla cultura Stefania Arnesano.

Ieri sera gli alunni delle due classi, accompagnati dalla maestra Lucia Santoro, hanno portato in scena “Un mondo di note”. Oggi alle 19.30 si alzerà invece il sipario su “Renzo e Lucia: migranti di ieri e di oggi” con protagonista la 3a. Domani alla stessa ora sarà il turno della sezione 3b. Entrambe l’esibizioni sono guidate dalla maestra Lucia Puscio. La kermesse rientra nel progetto didattico “Noi cittadini del mondo: culture a confronto”.

Published in Eventi

Ancora un incidente stradale con ferito. Tre le auto coinvolte nell’impatto verificatosi intorno alle 13 all’incrocio fra la strada extraurbana per Brindisi e la provinciale per Copertino. Causa del violento incidente pare sia stata una mancata precedenza. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 per prestare i primi soccorsi ai tre giovani coinvolti nello scontro, e la polizia locale per i rilievi.

A Carmiano, in soli due giorni si passa così dall’incidente sull’intersezione di via Leverano con via Firenze, a quello verificatosi oggi nelle vicinanze della zona industriale, tra una Fiat Bravo, una Citroen e una Fiat Stilo su un tratto di strada spesso teatro di incidenti anche mortali.

Published in Cronaca

Attimi di paura questa mattina a Carmiano nel rocambolesco incidente stradale che ha interessato due mezzi, con a bordo quattro persone, per fortuna solo lievemente ferite.

L’impatto, intorno alle 12, tra un furgone alimentari e una Yaris, si è verificato al centro dell’incrocio tra via Cagliari, via Firenze e Via Leverano, già teatro in passato di altri incidenti. Per rilevare l’esatta dinamica dell’incidente sono intervenuti i Vigili urbani.

Da una prima parziale ricostruzione dei fatti, pare che lo scontro tra il camion, con a bordo due operai e la Yaris occupata da un uomo e una bambina, sia avvenuto per una mancata precedenza, poi dopo l’impatto, il furgone che proveniva da Via Cagliari, ha terminato la sua corsa impattando contro due autovetture parcheggiate su via Firenze.

Sul posto, allertate dai presenti, sono giunte due ambulanze del 118, con i sanitari che hanno prestato le prime cure ai feriti.

Published in Richiami

Riapre la casa del commiato “Divina Misericordia” a Carmiano.

La decisione è del Consiglio di Stato che accoglie il ricorso in appello proposto da Giuseppe Martena e Pierino Spagnolo e annulla la sentenza di chiusura emessa dal Tar di Lecce, rinviandone la causa nuovamente al giudice amministrativo di 1 grado.

Nuova svolta nella querelle giudiziaria iniziata nel 2018, che vede opposti la società “Centro servizi funebri” e i proprietari della struttura situata su via Don Alessandro Niccoli, adibita a sala funebre per dare l’ultimo saluto al defunto prima che venga chiuso nella bara, contro alcuni cittadini preoccupati dalla vicinanza con la propria abitazione. Causa del contendere tra le parti l’autorizzazione con la quale il settore urbanistica-ambiente del comune di Carmiano, aveva accordato nel dicembre 2017, alla ditta funebre l’apertura in paese di una casa del commiato.

“Siamo soddisfatti, i nostri assistiti da oggi potranno tornare a svolgere l’attività per cui erano autorizzati a Carmiano - commenta il legale Francesco Romano. Il Consiglio di Stato ha giudicato su questioni formali, accogliendo il nostro ricorso e annullando la precedente sentenza per un vizio di forma, nel merito invece, come da sentenza potrà esprimersi eventualmente il giudice di primo grado. Questa è una prima vittoria”.

Published in Attualità

Si prospetta il sold out allo stadio Via del Mare per la gara di campionato Lecce-Spezia in programma sabato 11 maggio.

La caccia al biglietto, partita nel primo pomeriggio ha già fatto registrare numeri importanti. Già esaurita la disponibilità dei ticket per la curva nord, restano pochi tagliandi per la curva sud e le due tribune.

Il ritmo di vendita è stato altissimo anche a Carmiano. Presso la Tabaccheria Bruno, si sono registrate lunghe code di supporter giallorossi festanti e in poche ore sono stati emessi circa 1000 biglietti. Per essere solo il primo giorno di vendita sono dati che fanno comprendere l’entusiasmo e l’attesa che vivono i tifosi in vista della gara che potrebbe riportare il Lecce in Serie A, dopo 8 anni.

Published in Sport

Umberto Mele è il nuovo presidente della Bcc di Terra d’Otranto.

Il commercialista leccese, già vicepresidente vicario, subentra a Falvio Ciurlia e guiderà per i prossimi tre anni l’istituto bancario.

La votazione di ieri, svolta senza intoppi, nei seggi allestiti presso l’hotel Tiziano di Lecce, ha visto la partecipazione al voto di 1257 soci su circa 1800 aventi diritto. Il neo presidente e la sua squadra hanno ottenuto 694 voti contro le 539 preferenze conquistate dalla lista avversaria.

Si apre quindi una nuova fase per la Banca di credito cooperativo che include le filali di Carmiano, Monteroni, Lecce, Melendugno e Borgagne. La novità, rispetto al passato, è l’elezione di un presidente non di Carmiano. Mentre nel cda troveranno posto 3 consiglieri carmianesi e 3 di Melendugno. Con Mele sono eletti nel consiglio di amministrazione: Petrelli Ezio Ascanio in qualità di vicepresidente vicario, Potì Giuseppe Franco vicepresidente, nel ruolo di consiglieri: Marino Massimiliano, Potì Carlo, Saracino Giacomo e Sozzo Maurizio. Il collegio sindacale sarà composto dal presidente Giorgino Mauro, Gloria Carla sindaco effettivo e Santoro Giovanni e Maggi Salvatore, sindaci supplenti. Il collegio dei probiviri (non soci) vedrà presidente: Spedicato Antonio Lino, componenti: Pariti Angelo e Manca Tonino, componenti supplenti: Sicuro Sabina, Petrelli Eupremio.

Una sfida tra due raggruppamenti simile per alcuni aspetti ad una campagna elettorale politica, che ha visto tuttavia l’assenza tra i candidati di molti esponenti di spicco, soprattutto di estrazione carmianese. Non sono mancate inoltre le incomprensioni, che avrebbero segnato la rottura nel vecchio cda, dove Ciurlia e Mele, erano presidente e vice, e al contempo avrebbero limitato la corsa alla riconferma dello stesso presidente uscente. Su tutte spicca infatti la querelle che ha coinvolto Giulio Ferrieri Caputi, propenso a sostenere un candidato presidente di Carmiano, a guida della banca, come da tradizione sin dalla fondazione, e Achille Villani Miglietta, figlio di uno dei fondatori, ma oggi schierato a supporto di Mele, così come il gruppo Potì di Melendugno. Grande assente, almeno ufficialmente, nella sfida alla governance della Bcc il sindaco di Carmiano, Giancarlo Mazzotta.

“Sono soddisfatto del risultato, giunto a conclusione di un’assemblea serena, che ha visto una grande partecipazione dei soci – commenta Umberto Mele. Guidare la banca di credito cooperativo terra d’Otranto sarà una sfida stimolante. Il nostro istituto di credito saprà rilanciarsi, nel solco di quelle che sono le norme e i parametri imposti dal mercato bancario. Avremo particolare attenzione per il territorio e i soci che rappresentiamo, tutelando e valorizzando le piccole aziende, gli artigiani e le famiglie”.

Sul futuro il neopresidente Mele dimostra idee chiare. “Proseguiremo lo sviluppo incentivando il piano industriale già approvato. La crescita della banca passerà attraverso l’interazione tra le varie anime sociali del territorio, la ricerca di nuovi mercati e l’apertura di nuove filiali”.

Deluso dall’esito finale ma sportivo nell’augurare buon lavoro al neopresidente, si dice lo sfidante Flavio Ciurlia. “E’ stata una giornata di voto serena. All’amico Umberto Mele faccio gli auguri auspicando che possa proseguire nel lavoro tracciato insieme negli ultimi anni. Al di là se c’è stata o meno una spaccatura nella base sociale – prosegue l’ex presidente dell’istituto bancario - con la mia giovane squadra siamo andati avanti mettendo il massimo impegno, accetto quindi la sconfitta senza ulteriori giudizi”.

Published in Richiami
Domenica, 28 Aprile 2019 10:42

Bcc Terra d'Otranto al voto

Seggi aperti per il rinnovo della governance della Banca di credito cooperativo Terra d’Otranto.

La sfida è tra Flavio Ciurlia, presidente uscente e Umberto Mele, già vicepresidente dell’istituto di credito. Due dirigenti, ex alleati nell’ultimo cda, che si affrontano per ottenere la guida della banca salentina per i prossimi tre anni. Oggi, i circa 1800 soci votanti delle filiali di Carmiano, Monteroni, Melendugno, Borgagne e Lecce, avranno tempo sino al pomeriggio per esprimere la propria preferenza nei seggi allestiti presso l’hotel Tiziano di Lecce. Necessario per poter partecipare al voto sarà l’accreditamento obbligatorio entro le ore 15.

“Sono fiducioso. Invito i soci a votare liberamente e consapevolmente – commenta Flavio Ciurlia – con la cognizione di aver ben amministrato la banca in questi anni. Il nostro lavoro, serio e costante, è stato svolto nell’interesse dei soci e del territorio. Pertanto auspico che la presidenza dell’istituto di credito possa restare a Carmiano, come da tradizione rispettata sin dalla fondazione”. Sul rapporto con lo sfidante Ciurlia è critico: “Nulla di personale, ma puntando alla presidenza della banca, Mele ha fatto scelte diverse rispetto al passato”.

Pronto per una nuova sfida si dice sul fronte opposto Umberto Mele: “Dal mio sub-ingresso nel cda della banca col ruolo di vicepresidente, con Ciurlia abbiamo collaborato e i rapporti umani sono buoni – sottolinea il competitor leccese. Tuttavia ritengo che l’istituto di credito abbia bisogno di rilanciarsi, adeguandosi alle richieste del mercato bancario. Bisogna prestare maggiore attenzione al territorio che si rappresenta, valorizzando le piccole aziende, gli artigiani e le famiglie. La mia è una lista che intende aggregare le varie anime sociali e per quanto riguardo l’eventuale presidenza lontano da Carmiano, ritengo sia un falso problema, anche perché abbiamo massima considerazione per la storia della banca e tutto resterà invariato”.

Tra inchieste e dubbi irrisolti, che ne hanno caratterizzato il recente passato della banca, grandi assenti in lista di questa tornata elettorale i soci di estrazione carmianese: Giancarlo Mazzotta, Giulio Ferrieri Caputi e Achille Villani Miglietta.

Published in Attualità

Individuato e denunciato dai carabinieri di Carmiano, l’autore del danneggiamento di cinque autovetture in paese.

Risolto quindi dai militari dell’arma, il mistero dei vetri rotti con un martello, intorno alle 2.30 della notte di sabato scorso, alle auto parcheggiate su via Copertino.

Grazie alle indagini, eseguite anche tramite l’ascolto dei testimoni e la visione dei fotogrammi di alcune telecamere della zona, i carabinieri hanno identificato S.F. 34enne del posto, come autore del danneggiamento di una Fiat Brava, una Opel agila, due Opel Zafira e una Fiat 600.

Published in Cronaca

Prestigioso risultato per i Rossoneri Paradise Carmiano al Trofeo Caroli under12.

I baby calciatori rossoneri allenati da mister Daniele D’Agostino, dopo aver superato con 11 punti in classifica il girone di qualificazione, nella categoria pulcini hanno conseguito un pregevole 4° posto finale alle spalle del Taras Taranto, Lazio e Real Casarea.

La settima edizione nazionale del torneo, disputato nello stadio “Bianco” di Gallipoli, ha visto la partecipazione di Torino, Spal, Fiorentina, Lecce, Sassuolo, Empoli, Pescara e numerose altre rappresentative regionali.

La squadra under12 Rossoneri Paradise Carmiano

In piedi: D’Agostino F. (presidente), Zecca, Spagnolo, D’Agostino G., Paticchia, Pati, Manca, D’Agostino D. (mister). In basso: Cucurachi, Lupo, Vergallo, Spedicato, Rotondo, D’Anna.

Published in Sport
Pagina 1 di 15
080_rosetta.jpg110_deplint.jpg070_annaluce.jpg100_vetrugno.jpg090_liaci.jpg170_pneumatic.jpg130_solazzo.jpg030_ortokinesis.jpg160_mq.jpg