Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Domenica, 29 Marzo 2020
120_duesse.jpg045_vcn.jpg040_compasso.jpg010_bluesea.jpg180_winet.jpg030_solazzo.jpg020_idrovelox.jpg

Le strade provinciali tra i comuni di Carmiano, Novoli e Villa Convento trasformate in discariche a cielo aperto da sporcaccioni senza scrupoli. L’allarme con richiesta di rimozione dei rifiuti, è stato lanciato dall’associazione socioculturale “#73041” con una missiva inviata gli uffici della Provincia di Lecce, polizia provinciale e comuni di Carmiano e Novoli, per segnalare lo scempio ambientale, causa spazzatura di ogni genere, che si presenta da diverso tempo in modo pericoloso ai bordi delle due arterie provinciali molto trafficate.

Nel dettaglio il direttivo dell’associazione presieduta da Simone Resinato, sottolinea: “il tratto stradale che collega il Comune di Carmiano a quello di Novoli ed il tratto Carmiano-Villa Convento è assolutamente indecoroso, sia per gli automobilisti che per i ciclisti e gli utenti tutti frequentatori delle suddette strade. I margini delle carreggiate sono interamente ricoperti di rifiuti indifferenziati, alcuni anche speciali”. Lettera che prosegue evidenziando i rischi connessi alla grande presenza di rifiuti tra strada e campagna circostante. “Tutto ciò costituisce non solo un danno all’ambiente e alla salute – precisa Resinato - ma anche un pericolo per la pubblica incolumità dei viaggiatori i quali, troppo spesso, si trovano a dover evitare ingombranti rifiuti posti al centro della carreggiata”.

Richiesta di interventi rapidi da parte delle istituzioni, ribadita anche dal segretario dell’associazione #73041, Camillo Villani Miglietta: “la piaga delle discariche abusive deve essere affrontata in maniera decisa e costante, confidando nel corretto utilizzo di fototrappole e di qualsiasi altro mezzo che possa irrogare esemplari sanzioni. Auspichiamo inoltre la costituzione di un serio Osservatorio provinciale – chiosa Villani Miglietta - affinché residenti e turisti del Salento possano segnalare con immediatezza la presenza di siti abusivi per le necessarie rimozioni”.

Published in News
Mercoledì, 12 Febbraio 2020 12:15

Discarica a cielo aperto nel canale "dei porci"

Il canale dei "porci " di Carmiano utilizzato come discarica dagli sporcaccioni.  Sarà anche a causa del nome della condotta, realizzata dal consorzio di bonifica per la raccolta delle acque piovane, ma da qualche tempo è diventata luogo di abbandono di sacchetti pieni di rifiuti. La segnalazione è stata fatta da alcuni cittadini residenti in zona Saraceni.

Pulire il canale non è facile a causa anche della burocrazia e delle competenze d'azione. La pulizia spetta al consorzio di bonifica che nell’intervento tira fuori i sacchetti  e li deposita ai bordi della strada passando la competenza al servizio di nettezza urbana. Intanto la spazzatura rimane in bella mostra e in tanti sono a chiedersi perché non vengono utilizzate le fototrappole per fare prevenzione e magari immortalare gli sporcaccioni.

 

Published in Attualità
Lunedì, 10 Febbraio 2020 20:30

Le campagne sfregiate dai rifiuti

Sporcaccioni in azione ancora una volta alla periferia di Carmiano. Le “cartoline dell’inciviltà” che pubblichiamo sono state segnalate da alcuni cittadini amareggiati per la presenza di una “nuova” discarica di rifiuti a cielo aperto in contrada “Spedicato”, area poco distante dalla zona industriale.

Nel percorso extraurbano, percorribile anche in auto, tra vegetazione e alberi d’ulivo è visibile l’azione spregevole messa in atto da incivili senza scrupoli. Vecchi mobili, plastica, elettrodomestici rotti e scarti di lavorazione edile invadono le campagne, sfregiando paesaggio e territorio.

Published in Attualità

La spazzatura invade la provinciale Novoli – Carmiano presa di mira dagli sporcaccioni, nonostante i controlli e le multe. Sacchi di cellophane stracolmi di rifiuti di ogni genere occupano da diversi giorni il bordo strada su entrambe le corsie rendendo l’aria insalubre e il tratto di asfalto, in più punti di percorrenza, pericoloso per motocicli e biciclette.

Lo scenario che si presenta a chi giornalmente transita sull’arteria trafficata, che collega i due comuni del nord Salento, è da vera e propria discarica. Vecchi indumenti, plastica, vetro e tantissimi rifiuti organici sono presenti sotto il guardrail, sulla vegetazione e nelle campagne adiacenti. Ignoti purtroppo gli autori del gesto incivile. Si presume tuttavia che la maggior parte della spazzatura derivi da pranzi e cene organizzate durante le feste di fine anno che di fatto ne hanno accentuato la quantità.

Un trend negativo che riprende a devastare la bellezza del territorio circostante e annulla i forti e dispendiosi interventi della Provincia, dei comuni e delle associazioni ambientaliste, messi in atto nello scorso periodo estivo. E non ha fatto eccezione neppure la provinciale Novoli - Carmiano, molto trafficata e che in passato purtroppo è stata teatro di un tragico incidente stradale in cui perse la vita un giovane centauro di Magliano. E in quella circostanza, forse proprio a causa di alcune buste di spazzatura presenti a bordo corsia, che ne segnarono la traiettoria della moto, con conseguenze mortali per il conducente.

Published in Attualità

Gli sporcaccioni tornano a colpire nelle campagne tra Carmiano e Novoli dopo i primi banchetti natalizi.

Due grossi bustoni di cellophane neri, ricolmi di spazzatura di vario genere, sono stati gettati su un percorso extraurbano nei pressi di Li Sala. Quanto segnalato, da alcuni cittadini che questa mattina mentre facevano footing hanno fatto lo spiacevole ritrovamento, potrebbe derivare dai residui di vettovaglie e plastica monouso utilizzate in pranzi e cene di queste prime giornate di festa. Lungo lo stradone sterrato sono stati inoltre rinvenuti un vecchio materasso, scarti edili e altra plastica.

Al momento resta difficile comprendere il percorso d’arrivo e la via di fuga utilizzata dagli incivili, che ancora una volta invece che differenziare hanno preferito deturpare il nostro territorio.

Published in Attualità

A Carmiano ritorna l’allarme inquinamento ambientale, con gli sporcaccioni che continuano a imperversare nelle aree periferiche del paese. Grosse quantità di rifiuti di vario genere sono stati rinvenuti in zona “Li Pampuli”, lungo il percorso extraurbano denominato via vecchia Brindisi, che collega il paese con Salice, Copertino e Leverano.

A segnalare i grossi cumoli di scarti edili, plastica, oggetti in rame e fogliame, ammassati impunemente a cielo aperto, alcuni residenti della zona, costretti a subire nei pressi delle proprie case o campagne, l’inciviltà degli sporcaccioni e a respirare i forti odori nauseanti che fuoriescono dai rifiuti.

Inquinamento che i carabinieri del corpo forestale di Lecce coadiuvati dai militari della locale stazione, provano a reprimere con specifici controlli per la prevenzione e repressione del fenomeno della combustione illecita di rifiuti nelle zone rurali.

Published in Attualità

“La terra toa amala e difendila” il chiaro messaggio lanciato dai lettori di ViviCitt@ per salvaguardare il territorio sfregiato dai rifiuti.

Ad oltre un mese dal via dell’iniziativa “pro ambiente”, continuano ad arrivare in redazione numerose mail di foto segnalazioni, che ritraggano i feudi di Carmiano e Magliano e dei paesi limitrofi sempre più frequentemente vandalizzati dagli sporcaccioni. L’emergenza rifiuti, nonostante i continui interventi di bonifica, continua. L’amianto presente uccide non solo le campagne.

Gli sporcaccioni sembrano aver preso di mira i terreni tra Novoli e Carmiano. In contrada “Le ore” sono segnalati abbandonati, grandi elettrodomestici arrugginiti, strutture in amianto e altri rifiuti, nocivi per la salute umana e inquinanti della falda acquifera. Al confine con Veglie in contrada “Li Otti”, ai margini di un percorso extraurbano che collega i due centri, sono stati gettati 5 sacchi di notevoli dimensioni contenenti spazzatura di vario genere. Il posto, poco frequentato e circondato da campagne coltivate a vigneti e uliveti, può essere raggiunto facilmente e garantisce di notte agli sporcaccioni una certa impunità.

Ma tra tanto degrado e scarso senso civico, alcuni cittadini virtuosi tuttavia portano avanti la propria battaglia a difesa dall’ambiente. Da Magliano arriva un sano esempio di rispetto della natura in contrasto con lo scempio causato da chi inquina. Una donna, ha ripulito dai rifiuti la propria campagna situata su via Trappeto, differenziando il vetro, dal ferro e dalla plastica. Un piccolo gesto, sicuramente da emulare, che si è concluso con il corretto smaltimento in collaborazione con l’azienda che ne cura la raccolta.

Published in Attualità

Al via i controlli per il corretto conferimento dei rifiuti a Carmiano e Magliano.

Polizia locale, dipendenti dell’ufficio comunale preposto e il responsabile del servizio di raccolta dell'azienda Igeco, Piero Perrone, questa mattina hanno iniziato le verifiche sul territorio partendo dalle attività commerciali. Nelle prossime settimane i controlli sul conferimento della spazzatura verranno estesi a campione anche presso le utenze domestiche.

Published in Attualità
Venerdì, 15 Marzo 2019 10:34

SOS: "Salviamo Carmiano dagli sporcaccioni"

SOS: Salviamo il nostro Salento. Cresce il grido d’allarme dei cittadini per salvaguardare il territorio e contrastare l’emergenza inquinamento da rifiuti. Il triste e diffuso fenomeno dell’avvelenamento ambientale, che si “autorigenera” per l’incuria umana, infestando con spazzatura di ogni genere le periferie e le campagne del tacco d’Italia, inizia a scuotere le coscienze. In campo per ripulire e preservare il territorio, dopo l’intervento delle istituzioni, sono pronti a scendere comitati civici e associazioni. Tante anche le foto-segnalazioni, per sollecitare l’attenzione sulla presenza di discariche a cielo aperto nell’entroterra.

A Carmiano, nonostante l’intervento di Comune e azienda incaricata della raccolta dei rifiuti, che hanno ripulito contrada “Mascarini”, gli sporcaccioni sono tornati a colpire, invadendo di spazzatura le campagne in contrada “Piritta" a pochi metri dall’arteria stradale per Veglie, una strada extraurbana che conduce alla frazione di Magliano e le aree periferiche circostanti la provinciale Carmiano – Leverano. I vigili urbani inoltre sono intervenuti, su segnalazione di un cittadino, in un podere usurpato da rifiuti, nei pressi dell’antica chiesetta del “Turriso”. Tra gli scarti edili, le diverse cassette in plastica e i pesanti sacchi di cellophane nero ritrovati sotto gli alberi di ulivo, potrebbero esserci indizi utili per risalire ai responsabili dell’inquinamento.

Un’altra segnalazione arriva dalla presidente dell’associazione “Athena Onlus”, Maria Grazia Bergamo, che si dice mortificata dai cumoli di rifiuti visti abbandonati nelle campagne tra Monteroni, San Pietro in Lama e Copertino. “Impossibile è trascorrere qualche ora all’aria aperta senza imbattersi in cattivi odori e strade piene di spazzatura. La cosa più triste – racconta Bergamo - è che mandando la posizione ad un’amica, che mi doveva raggiungere sul posto, nella foto geolocalizzata di un famoso motore di ricerca, comparsa sul cellulare, si vedeva chiaramente l’accumulo di rifiuti. Che triste immagine del nostro Salento”.

Published in Attualità

Primi positivi risultati per l’iniziativa di ViviCittaNews e Quotidiano di Puglia sul Salento invaso dai rifiuti.

Carmiano e Magliano le due comunità che, dopo l’inchiesta dei giorni scorsi, hanno visto attivarsi le istituzioni e l’azienda incaricata del servizio di raccolta, per la pulizia delle campagne e delle periferie deturpate dalla spazzatura. Gli operatori ecologici hanno compiuto diversi interventi sul territorio per recuperare i rifiuti che gli incivili avevano abbandonato senza scrupoli tra gli alberi di ulivo, ai bordi dei vigneti e lungo i percorsi cicloturistici.

Carmiano era stata presa di mira soprattutto al confine con Veglie, in contrada Mascarini, una lunga via asfaltata che costeggia il canale di raccolta acque piovane “Turriso”, e conduce sino alla “vora” sulla provinciale per Novoli. Lo scenario che si presentava a chi percorreva quella zona, era da vera discarica: frigoriferi, sanitari da bagno, carcasse di televisori di vecchia generazione, copertoni d’auto, plastica e bustoni di cellophane pieni di materiale edile.

Soddisfatto dell’intervento dell’azienda “Igeco” nei siti segnalati, l’assessore all’ambiente del comune di Carmiano, Gianni Erroi. “Come amministrazione siamo molto sensibili alla tutela dell’ambiente – sottolinea l’assessore al ramo. Data la vastità del territorio è fondamentale la collaborazione dei cittadini, ben vengano quindi le segnalazioni che ci permettono di individuare le aree inquinate e quindi segnalarle all’azienda per un pronto intervento. Tuttavia, questo non dev’essere un invito a sporcare, bensì un monito per sensibilizzare la popolazione e accrescere la cultura della tutela del territorio. A Carmiano inoltre, in via Fratelli Cairoli, è presente l’ecocentro dove poter conferire correttamente i rifiuti ingombranti, e nelle due comunità, rispettivamente per quattro giorni al mese, è operativo anche una postazione mobile che effettua la raccolta itinerante della spazzatura per venire incontro alle esigenze dei cittadini. Per chi non rispetterà regole e ambiente, conclude Erroi, sono pronte le fototrappole”.

Published in Attualità
Pagina 1 di 2
070_annaluce.jpg030_ortokinesis.jpg090_liaci.jpg100_vetrugno.jpg170_pneumatic.jpg080_rosetta.jpg130_solazzo.jpg110_deplint.jpg