Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Giovedì, 17 Ottobre 2019
180_winet.jpg045_vcn.jpg140_lapineta.jpg030_solazzo.jpg040_compasso.jpg120_duesse.jpg010_bluesea.jpg020_idrovelox.jpg
Don Raffaele in crisi di vocazione lascia Frigole

Don Raffaele in crisi di vocazione lascia Frigole

I fedeli di Frigole aspettano il parroco, don Raffaele Bruno, ma a celebrare la messa domenicale si presenta l’arcivescovo di Lecce, che invita i presenti a pregare per il sacerdote in “crisi di vocazione”.

Questo è quanto accaduto lo scorso 15 settembre, nella chiesa di Borgo Piave, dove la messa è stata officiata da Monsignor Michele Seccia, in sostituzione del parroco. Il sacerdote, di origine carmianese, conosciuto come “prete antimafia” nei giorni scorsi si sarebbe esposto verso la “sua” gente spiegando di “non poter più celebrare messa perché ha peccato”.

Un fulmine a ciel sereno per tutta la diocesi leccese, per una decisione difficile, presa dal prete, dopo lunghi tormenti e un recente colloquio privato con l’arcivescovo. Solo il tempo dirà se la scelta di don Raffaele, sarà quella definitiva o ritornerà sui suoi passi.

110_deplint.jpg160_mq.jpg100_vetrugno.jpg030_ortokinesis.jpg130_solazzo.jpg170_pneumatic.jpg070_annaluce.jpg080_rosetta.jpg090_liaci.jpg