Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Giovedì, 25 Febbraio 2021
120_duesse.jpg180_winet.jpg040_compasso.jpg020_idrovelox50.jpg045_vcn.jpg200_carrozzo.jpg030_solazzo.jpg110_deplint.jpg210_mondofiori.jpg031_quarta.jpg010_bluesea.jpg
Sedi per i vaccini: le indicazioni dei Comuni

Sedi per i vaccini: le indicazioni dei Comuni

Si muove la macchina organizzativa dei Comuni salentini a supporto del piano vaccinale anticovid dell’Asl Lecce che prenderà il via lunedì 22 febbraio con i circa 68mila over80. Numerose le proposte di sedi suppletive avanzate dagli enti territoriali, che dovrebbero andare a rinfoltire l’elenco dei punti vaccinali che attualmente conta solo 12 sedi idonee in provincia: Lecce, Gallipoli, Campi Salentina, Nardò, Copertino, Martano, Maglie, Poggiardo e Gagliano del Capo e Galatina. Numeri esigui che consigliano quindi di fare in fretta nella validazione delle sedi visto le 679.079 persone, dai 16 anni insù, da vaccinare Salento.

Dopo Lecce che conferma la disponibilità per ulteriori due punti quali il centro sociale nel quartiere Stadio di via Matera e il centro sociale nel quartiere Santa Rosa in via Ofanto, in provincia arriva la disponibilità del sindaco di Copertino, Sandrina Schito, per l’attribuzione a sede vaccinale dei locali dell’ex Laboratorio urbano giovanile nel quartiere Spallanzani. A Nardò invece salta l’ipotesi dell’impiego dei locali del seminario diocesano di proprietà della curia, con l’amministrazione Mellone a lavoro per un secondo centro da aggiungere all’ex ospedale. 

A Carmiano i Commissari prefettizi valutano l'utilizzo di alcune aule retrostanti e inutilizzate dell’edificio di via Roma dove ha sede l’istituto professionale, il centro avis e la protezione civile, mentre a Monteroni il primo cittadino Mariolina Pizzuto ha dato disponibilità per la “casa della salute” nei pressi dell’area mercatale. Entrambe le sedi sono in attesa di sopralluogo.

Procedura in corso anche a Galatina con il sindaco Marcello Amante che ha individuato il centro polivalente di viale don Bosco, mentre a Tricase la disponibilità è ricaduta sulle sedi comunali di Lucugnano e Depressa e dell'Ex Tribunale. Anche i comuni dell’entroterra Idruntino si sono attivati per sostenere la somministrazione dei vaccini anticovid. L’amministrazione di Bagnolo del Salento ha messo a disposizione come centro vaccinale i locali della Guarda Medica e parte della sede municipale. Cannole ha comunicato la disponibilità della sala polifunzionale del municipio in via Aldo Moro e Cursi ha indicato come punti vaccinali il centro prelievi in via De Amicis e le sale di Palazzo De Donno in piazza Pio XII. Il comune di Maglie che aveva già comunicato la disponibilità dell’ospedale vecchio ha inoltre segnalato l’area parcheggio di via Otranto con i locali dell’ex bar ed un container.

Nei centri della Grecìa salentina, Castrignano dei Greci punta sulla scuola media in via de Gasperi, con un’ala non utilizzata con ingresso completamente separato dagli studenti. A Martignano sarà attrezzato il centro sociale “kafar matta”, Cutrofiano ha individuato un locale in via Firenze destinato ad ospitare il centro Alzheimer, mentre Zollino conferma la disponibilità di una struttura di proprietà Asl, al momento inutilizzata, situata nei pressi della villa comunale.

Le proposte dai comuni quindi non mancano, seppur poste in attesa della validazione dell’Asl, quando mancano solo quattro giorni all’avvio della somministrazione vaccinale degli over80 residenti in provincia di Lecce.

080_rosetta.jpg110_deplint.jpg220_puscio.jpg100_vetrugno.jpg170_pneumatic.jpg030_ortokinesis.jpg130_solazzo.jpg090_liaci.jpg070_annaluce.jpg