Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Mercoledì, 10 Agosto 2022
180_winet.jpg040_compasso.jpg031_quarta.jpg020_idrovelox50.jpg200_carrozzo.jpg210_mondofiori.jpg240_guida.jpg010_bluesea.jpg110_deplint.jpg250_av.jpg
Polo Pediatrico, 14 associazioni chiedono un incontro urgente con il presidente Emiliano

Polo Pediatrico, 14 associazioni chiedono un incontro urgente con il presidente Emiliano

L’associazione #73041 di Carmiano e ad altre 13 associazioni salentine che fanno parte della rete sociale “SoloXLoro”, coordinata da Tria Corda, chiamano tutti gli “attori” istituzionali in campo – a cominciare dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano - per chiedere lumi sulla realizzazione del nuovo Polo pediatrico del Salento. In una lettera chiedono un “incontro urgente”, alla presenza anche di medici e personale infermieristico pediatrico.

L’appuntamento è fissato per sabato 9 aprile, alle ore 10.30, nell’aula magna della Scuola Media “Ascanio Grandi” di Lecce, al civico 2 di via Patitari.

“L’obiettivo – si legge nella missiva inviata dal presidente di Tria Corda Antonio Aguglia – è quello di confrontarsi sullo studio di fattibilità preparato dall’Asl, sulle possibilità di finanziamento individuate e annunciate alla stampa dal Presidente della Regione, sulla collocazione del Polo nell’organizzazione della Rete pediatrica regionale, sulla concreta valorizzazione del concetto di “area pediatrica”, sulla strutturazione e i reparti del Polo Pediatrico e sui relativi tempi di realizzazione”. Questioni tuttora aperte e che necessitano di risposte chiare, concrete e immediate.

“Abbiamo pensato – spiega Aguglia - di farci promotori di quest’incontro, spesso rinviato nel recente passato a causa delle varie emergenze che si sono susseguite fino ad oggi. Ci siamo quindi posta la seguente domanda: “Ma la salute dei nostri bambini non è un’emergenza?” Il Polo Pediatrico non è un’esigenza avvertita solo dalle 14 Associazioni di SoloXLoro. E’ tutto il territorio salentino che lo chiede e proprio le emergenze e i tanti casi drammatici di questi mesi, che purtroppo hanno toccato anche famiglie salentine, dimostrano che è un’esigenza non più procrastinabile. Bisogna dare risposte concrete a tutti quei bambini e alle loro famiglie che quotidianamente emigrano verso gli ospedali pediatrici del Nord per trovare risposte ai loro problemi di salute”.

La lettera è stata inviata al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, alla presidente del Consiglio Regionale, Loredana Capone, all’assessore regionale alla Sanità, Rocco Palese, all’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Alessandro Delli Noci, all’assessore alla Formazione, Sebastiano Leo, all’assessora all’Ambiente, Anna Grazia Maraschio, ai consiglieri regionali, Cristian Casili, Antonio Gabellone, Donato Metallo e Paolo Pagliaro, al direttore generale Asl Lecce, Rodolfo Rollo, al direttore generale Azienda Ospedaliera “Vito Fazzi” Lecce, Stefano Rossi e al sindaco di Lecce, Carlo Salvemini.

Oltre all’associazione Tria Corda, capofila del progetto, della "Rete sociale SoloxLoro" fanno parte AMA - Adozione Minori Affido, Alessia Pallara, Mabasta, ECOisti, Repubblica Salentina, Figli in Paradiso ali tra cielo e terra, Avvocati per i Diritti Umani, Associazione Cuore e Mani aperte, APMAAR - Associazione nazionale persone con malattie reumatologiche e rare, Il filo di Andrea, Il Veliero Parlante, #73041 e l’associazione Michela, l’Angelo Farfalla.

070_annaluce.jpg025_martena.jpg100_vetrugno.jpg110_deplint.jpg090_liaci.jpg080_rosetta.jpg220_puscio.jpg045_vcn.jpg030_solazzo.jpg030_ortokinesis.jpg170_pneumatic.jpg