Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Giovedì, 25 Febbraio 2021
200_carrozzo.jpg110_deplint.jpg030_solazzo.jpg120_duesse.jpg045_vcn.jpg031_quarta.jpg180_winet.jpg020_idrovelox50.jpg010_bluesea.jpg040_compasso.jpg210_mondofiori.jpg
Mercoledì, 24 Febbraio 2021 18:04

Coronavirus: 991 nuovi positivi in Puglia

BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO REGIONE PUGLIA 24 FEBBRAIO 2021 

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi mercoledì 24 febbraio 2021 in Puglia, sono stati registrati 10925 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 991 casi positivi: 561 in provincia di Bari, 81 in provincia di Brindisi, 95 nella provincia BAT, 99 in provincia di Lecce, 196 in provincia di Taranto. 2 casi di residenti fuori regione e 4 provincia di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti.

L'assessore alla Sanità, Pier Luigi Lopalco, spiega che "I casi registrati oggi in provincia di Foggia sono 135, ma oggi sono stati eliminati dal database anche 170 casi registrati nel corso dell'ultimo mese che, dopo verifiche successive, sono risultati non confermati".

Sono stati registrati 24 decessi: 7 in provincia di Bari, 5 in provincia di Foggia, 9 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.522.139 test.

106.688 sono i pazienti guariti. 32.090 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 142.616 così suddivisi:

54.427 nella Provincia di Bari;

15.315 nella Provincia di Bat;

10.563 nella Provincia di Brindisi;

28.739 nella Provincia di Foggia;

12.123 nella Provincia di Lecce;

20.716 nella Provincia di Taranto;

574 attribuiti a residenti fuori regione;

159 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Published in Attualità

BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO REGIONE PUGLIA 23 FEBBRAIO 2021 

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi martedì 23 febbraio 2021 in Puglia, sono stati registrati 12.067 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 823 casi positivi: 308 in provincia di Bari, 89 in provincia di Brindisi, 103 nella provincia BAT, 71 in provincia di Foggia, 70 in provincia di Lecce, 174 in provincia di Taranto, 8 provincia di residenza non nota.

Sono stati registrati 32 decessi: 14 in provincia di Bari, 1 in provincia BAT, 2 in provincia di Brindisi, 6 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 7 in provincia di Taranto.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.511.214 test.

105.369 sono i pazienti guariti. 32.442 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 141.625 così suddivisi:

53.866 nella Provincia di Bari;

15.220 nella Provincia di Bat;

10.482 nella Provincia di Brindisi;

28.774 nella Provincia di Foggia;

12.024 nella Provincia di Lecce;

20.520 nella Provincia di Taranto;

576 attribuiti a residenti fuori regione;

163 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Published in Attualità

BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO REGIONE PUGLIA 22 FEBBRAIO 2021

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi, lunedì 22 febbraio 2021 in Puglia, sono stati registrati 4.161 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 343 casi positivi: 174 in provincia di Bari, 25 in provincia di Brindisi, 18 nella provincia BAT, 67 in provincia di Foggia, 47 in provincia di Lecce, 16 in provincia di Taranto, 2 casi di provincia di residenza non nota. 6 casi di residenti fuori regione sono stati riclassificati e attribuiti.

Sono stati registrati 17 decessi: 3 in provincia di Bari, 1 in provincia BAT, 1 in provincia di Brindisi, 4 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.499.147 test.

104.325 sono i pazienti guariti. 32.695 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 140.802, così suddivisi:

53.558 nella Provincia di Bari;

15.117 nella Provincia di Bat;

10.393 nella Provincia di Brindisi;

28.703 nella Provincia di Foggia;

11.954 nella Provincia di Lecce;

20.346 nella Provincia di Taranto;

576 attribuiti a residenti fuori regione;

155 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Published in Attualità

Didattica digitale integrata - Il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha emanato questa mattina l’ordinanza n.56 “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid – 19”. 

L’ordinanza dispone con decorrenza da lunedì 22 febbraio e sino a tutto il 5 marzo 2021:

  • le Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado e i CPIA adottano forme flessibili dell’attività didattica in modo che il 100% delle attività scolastiche sia svolto in modalità digitale integrata (DDI), secondo quanto previsto dal DM 89/2020 recante l’adozione delle Linee guida sulla Didattica Digitale Integrata di cui al Decreto del Ministro dell’Istruzione 26 giugno 2020 n.39, riservando, sulla base della valutazione dell'autonomia scolastica, l’attività didattica in presenza agli alunni per l’uso di laboratori qualora sia previsto dall’ordinamento, o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata.
  • È data facoltà alle Istituzioni Scolastiche di ammettere in presenza gli alunni che, per ragioni non diversamente affrontabili, non abbiano la possibilità di partecipare alla didattica digitale integrata, purché, complessivamente, non venga superato il limite del 50% della popolazione scolastica per ogni singola classe o sezione d’infanzia.
  • Le Istituzioni Scolastiche devono comunicare, ogni lunedì della settimana, all’Ufficio Scolastico Regionale e al Dipartimento della Salute, attraverso la procedura predisposta sulla piattaforma www.studioinpuglia.regione.puglia.it, il numero degli studenti e il numero del personale scolastico positivi al COVID-19 o in quarantena, nonché tutti i provvedimenti di sospensione dell’attività didattica adottati a causa dell’emergenza Covid.
  • Le istituzioni scolastiche devono garantire, nell’ambito della propria autonomia organizzativa, le adeguate condizioni utili a consentire una idonea erogazione e fruizione della didattica digitale integrata. Ogni conseguente adempimento, ove necessaria una implementazione tecnologica ai fini della suddetta idonea erogazione e fruizione della didattica digitale integrata, deve avvenire con l’urgenza del caso.
  • La presente Ordinanza è pubblicata sul BURP, nonché inserita nella Raccolta Ufficiale dei Decreti e delle Ordinanze del Presidente della Giunta Regionale; viene trasmessa, per gli adempimenti di legge, al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro della Salute, al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, al Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, ai Prefetti delle province ed ai Sindaci dei comuni pugliesi.

Avverso la presente Ordinanza è ammesso ricorso giurisdizionale innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale nel termine di sessanta giorni dalla pubblicazione, ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di giorni centoventi.

Dichiarazione del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano: “La variante inglese del coronavirus così come le altre varianti che man mano si stanno registrando in Italia, rappresentano un nuovo elemento di pericolosità per la salute pubblica, come ci dicono gli esperti, perché si trasmettono molto più velocemente. Con la nuova ordinanza sulla scuola cerchiamo di trovare un punto di equilibrio tra i due diritti costituzionali alla salute e all’istruzione.

Dobbiamo da un lato assolutamente limitare la circolazione del virus in queste settimane per evitare scenari imprevedibili e critici. La regola base è utilizzare per due settimane la didattica digitale integrata in tutte le scuole di ogni ordine e grado. Ma al contempo va garantito il diritto all’istruzione a quegli studenti che per bisogni educativi speciali, disabilità, attività di laboratorio essenziali per la loro formazione, o per esigenze familiari non diversamente affrontabili, hanno assoluta necessità di frequentare in presenza le lezioni: per questi casi, le istituzioni scolastiche potranno aprire alla presenza sino a un massimo del 50% per classe.Da oggi sono partite le vaccinazioni del personale scolastico della scuola, fatto questo di fondamentale importanza. Avendo già i vaccini e avendo la possibilità della didattica digitale integrale rischiare la salute – soprattutto di insegnanti e operatori scolastici che per età sono più esposti alle conseguenze del covid – sarebbe irresponsabile. Essi hanno sino ad oggi consentito la didattica in presenza a chi lo chiedeva, mettendo a rischio la loro vita. Adesso è arrivato il momento di vaccinarli prima di esporli nuovamente ai pericoli legati alle varianti del covid.Comprendo le difficoltà delle famiglie e del mondo della scuola, ma lo sforzo che si sta facendo è finalizzato alla tutela e al bene di tutti. Questa ordinanza è stata ampiamente discussa e meditata con i sindacati della scuola, alla fine abbiamo trovato in questo testo il punto di intesa: li ringrazio per aver revocato lo sciopero indetto per lunedì che avrebbe provocato ulteriori disagi alle famiglie pugliesi”.

Dichiarazione dell’assessore regionale alla Formazione e Lavoro, Diritto allo Studio, Scuola e Università, Sebastiano Leo: “Si avvia con questa ordinanza una nuova importante fase per la scuola, che tocca non solo la frequenza delle alunne e degli alunni, in presenza piuttosto che a distanza, al fine di cautelare la loro  salute, ma che allarga lo  sguardo a tutta la scuola insieme a tutti gli operatori scolastici, per rendere concretamente e fattivamente la scuola pugliese una scuola “sicura”.Una strategia che ha visto ancora una volta il Tavolo regionale svoltosi con le organizzazioni sindacali quale luogo centrale di confronto e dibattito perché è interesse della regione e mia in particolare cogliere tutte le possibili implicazioni che ogni decisione comporta e delle quali le organizzazioni sindacali costituiscono sicuramente un momento di osservazione privilegiato.

Con questa ordinanza non abbiamo voluto togliere una chance alle famiglie, ma ne abbiamo voluto dare una in più. Sono oltremodo consapevole dei sacrifici che le famiglie hanno dovuto sopportare in questi mesi, portando la scuola a casa con tutto quello che ciò implica.Ora vogliamo che le famiglie possano riportare i loro figli a scuola quando il piano vaccinale sul personale si completerà per ogni singolo plesso, a partire dall’infanzia. In questo modo possiamo ridurre le occasioni di contagi. È una strategia quindi mirata che sarà condotta per step, sulle 640 istituzioni scolastiche che contano circa 4000 punti di erogazione, cui si accompagneranno le ulteriori misure di accompagnamento e controllo già varate. La nuova sfida è quindi non solo cautela, ma cautela in sicurezza”.

Dichiarazione dell’assessore regionale alla Sanità Pierluigi Lopalco: “C'è preoccupazione per la circolazione del virus fra bambini e giovani, ma anche una forte speranza nel ruolo della vaccinazione per far ripartire la società. La scuola, insieme agli altri servizi essenziali, è il cuore della nostra società: per questo motivo sarà nostro dovere accelerare questa fase del piano di vaccinazione”.

 

Published in Attualità

BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO REGIONE PUGLIA 20 FEBBRAIO 2020 

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi sabato 20 febbraio 2021 in Puglia, sono stati registrati 9.880  test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 905 casi positivi: 368 in provincia di Bari, 77 in provincia di Brindisi, 78 nella provincia BAT, 118 in provincia di Foggia, 86 in provincia di Lecce, 177 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione.

Sono stati registrati 23 decessi: 5 in provincia di Bari, 8 in provincia BAT, 4 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.487.903 test.

102.858 sono i pazienti guariti. 33.084 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 139.701, così suddivisi:

53.048 nella Provincia di Bari;

15.021 nella Provincia di Bat;

10.322 nella Provincia di Brindisi;

28.537 nella Provincia di Foggia;

11.829 nella Provincia di Lecce;

20.212 nella Provincia di Taranto;

579 attribuiti a residenti fuori regione;

153 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Published in Attualità

E' partita stamattina alle 9, nel centro sociale del comune di Lecce in via Matera la campagna vaccinale anti Covid 19 predisposta dall’Asl Lecce per il personale scolastico. In corso le vaccinazioni di 80 lavoratori delle scuole comunali (asili nido e scuole dell'infanzia) della città capoluogo. "La somministrazione - fa sapere l'Asl - proseguirà nei prossimi giorni coinvolgendo secondo un calendario in fase di definizione gli altri istituti della provincia", che dovrebbero orientarsi verso la vaccinazione nelle sedi scolastiche con alcune aule adibite alla somministrazione.

Da lunedì alle 14 toccherà poi ai circa 68mila cittadini over80 seguendo un piano di vaccinazione capillare che prevede 60 somministrazioni al giorno, secondo quanto predisposto sul territorio provinciale dall’azienda sanitaria leccese che ha coinvolto anche i sindaci salentini chiedendo loro l'individuazione di uno o più punti vaccinali nei 96 comuni della provincia. In quest’ultimo caso l’avvio delle vaccinazioni presso i punti comunali non sanitari (diversi quindi da quelli già esistenti tra Ospedali e Distretti), sarà effettuata attraverso chiamata diretta dei cittadini residenti. L'iter prevede quindi una riprogrammazione delle vaccinazioni già prenotate (attraverso Cup, portale e farmacie), per cui l’appuntamento coinciderà con la data della seduta vaccinale stabilita presso la sede comunale di residenza. Il piano, una volta avviato, prevede 42 equipe che si muoveranno da un comune all'altro, ottimizzando tempo e risorse.

Programmazione nei territori che al momento tuttavia non appare di immediata applicazione. Quasi tutte le sedi proposte dai comuni sono in attesa di idoneità strutturale da parte dell’Asl. Una situazione che di fatto sta alimentando la corsa contro il tempo per autorizzare l’ampliamento dei centri vaccinali a disposizione degli over80 residenti nei centri sprovvisti ad oggi di presìdi fissi (tra i quali Giuggianello e Sanarica nel distretto di Poggiardo, Leverano e Galatone per il distretto di Nardò; Racale, Melissano e Tuglie nel distretto di Gallipoli; Guagnano, Veglie, Trepuzzi e Carmiano nel distretto di Campi Salentina; Ruffano, Parabita e Matino per Casarano; Montesano e Miggiano per il distretto di Gagliano del Capo, i centri di Cannole e Corigliano collegati a Maglie; Caprarica, Zollino e Calimera nel distretto di Martano e i comuni di Arnesano, Surbo, San Pietro in Lama e Lizzanello per Lecce2) e che da lunedì dovranno uscire fuori dal proprio comune per recarsi in una delle 12 sedi vaccinali autorizzate: il “Vito Fazzi” al II° Piano del DEA e il consultorio familiare in via Miglietta a Lecce, il centro antiviolenza dell’ospedale di Gallipoli, la sede dell’ex chirurgia pediatrica a Casarano, i presidi territoriali sanitari di Campi Salentina, Nardò, Maglie, Poggiardo e Gagliano del Capo, gli ospedali di Copertino e Galatina e la struttura comunale in via Rita Levi Montalcini a Martano.

Per quanto riguarda invece le vaccinazioni domiciliari degli over 80 impossibilitati a spostarsi dal proprio domicilio - la Regione Puglia ha comunicato che – gli utenti hanno ricevuto un coupon che conferma la presa in carico della loro richiesta di vaccinazione domiciliare. Nel coupon compare una data unica per tutti, generata automaticamente dal sistema che non è la data di effettuazione della vaccinazione. Gli anziani saranno quindi contattati telefonicamente dal servizio sanitario al recapito indicato nella preadesione, per fissare la data e l'orario effettivi della vaccinazione a domicilio.

Published in Attualità

BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO REGIONE PUGLIA 19 FEBBRAIO 2021 

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi, venerdì 19 febbraio 2021 in Puglia, sono stati registrati 9.141 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 874 casi positivi: 359 in provincia di Bari, 57 in provincia di Brindisi, 80 nella provincia BAT, 123 in provincia di Foggia, 79 in provincia di Lecce, 173 in provincia di Taranto, 2 residenti fuori regione, 1 provincia di residenza non nota.

Sono stati registrati 27 decessi: 14 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 4 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.478.023  test.

101.730 sono i pazienti guariti. 33.330 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 138.796, così suddivisi:

52.680 nella Provincia di Bari;

14.943 nella Provincia di Bat;

10.245 nella Provincia di Brindisi;

28.419 nella Provincia di Foggia;

11.743 nella Provincia di Lecce;

20.035 nella Provincia di Taranto;

578 attribuiti a residenti fuori regione;

153 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

La campagna vaccinale anticovid in Salento. 

Parte domani mattina alle ore 9 nel centro sociale del Comune di Lecce di Via Matera la campagna vaccinale del personale delle scuole che interesserà 80 lavoratori delle scuole comunali (asili nido e scuole dell'infanzia) della città capoluogo. La somministrazione proseguirà nei prossimi giorni coinvolgendo altri istituti. Per la vaccinazione dei cittadini di età uguale o superiore a 80 anni la ASL Lecce ha predisposto un piano di vaccinazione antiCovid capillare sul territorio provinciale, coinvolgendo attivamente i Sindaci e chiedendo loro l'individuazione di uno o più punti vaccinali in ogni Comune. Si parte il 22 febbraio alle ore 14 con 12 sedi vaccinali (in calce) che verranno incrementate man mano che i Comuni della provincia individueranno la sede idonea nel proprio territorio. Le sedi sono allestite in sinergia tra Comuni e Distretti Socio sanitari. I Comuni interessati sono 96: in alcuni ci saranno Punti Vaccinali fissi, in altri saranno attivati secondo un calendario determinato dalla ASL, in funzione dei vaccini forniti e disponibili e in base alla necessità di garantire la seconda dose. In alcune realtà i Sindaci, con risorse interne, hanno già avviato la raccolta delle adesioni dei cittadini ultra ottantenni che saranno inviate ai Distretti ai fini della programmazione e/o riprogrammazione vaccinale degli appuntamenti. 
In seguito dell’avvio delle vaccinazioni presso i Punti Vaccinali Comunali Non Sanitari (diversi quindi da quelli già esistenti tra Ospedali e Distretti), la vaccinazione sarà effettuata attraverso chiamata diretta dei cittadini residenti. Il piano prevede quindi una riprogrammazione delle vaccinazioni già prenotate (attraverso Cup, portale e farmacie), per cui l’appuntamento coinciderà con la data della seduta vaccinale stabilita presso la sede comunale di residenza. Il piano, una volta avviato, prevede 42 team di vaccinatori che si muoveranno da un Comune all'altro, ottimizzando tempo e risorse. 
Le sedi vaccinali attualmente autorizzate: 
Lecce - Vito Fazzi II Piano DEA 
Lecce - Distretto Socio sanitario: Consultorio Familiare in Via Miglietta 1 
Gallipoli - Ospedale, piano terra, presso centro antiviolenza 
Casarano - Ospedale, II piano, lotto 3 ex Chirurgia Pediatrica 
Campi - Presidio territoriale di assistenza III piano 
Nardò -  Presidio territoriale di assistenza, unità di raccolta sangue II piano scala B 
Copertino - Ospedale, I piano palazzina ex pediatria 
Martano - Struttura Comunale in Via R. L. Montalcini 
Maglie - Presidio territoriale di assistenza, II piano ex Lungodegenza 
Poggiardo - Presidio territoriale di assistenza, unità raccolta sangue II piano scala B 
Gagliano del Capo - Presidio territoriale di assistenza - I piano (ingresso centrale) 
Galatina - Ospedale, locali del Centro Prelievi ubicati nel lotto C lato nord piano terra

Published in Attualità

In Puglia 844 contagi nelle ultime 24 ore: tasso di positività stabile a 8,4%. 

BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO REGIONE PUGLIA 18 FEBBRAIO 2021 

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi giovedì 18 febbraio 2021 in Puglia, sono stati registrati 10.033 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 844 casi positivi: 326 in provincia di Bari, 88 in provincia di Brindisi, 59 nella provincia BAT, 102 in provincia di Foggia, 75 in provincia di Lecce, 185 in provincia di Taranto, 5 residenti fuori regione, 4 casi di residenza non nota.

Sono stati registrati 37 decessi: 19 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 3 in provincia di Brindisi, 4 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1468882 test.

98.484 sono i pazienti guariti.

35.729 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 137.992 così suddivisi:

52.321 nella Provincia di Bari;

14.863 nella Provincia di Bat;

10.188 nella Provincia di Brindisi;

28.296 nella Provincia di Foggia;

11.664 nella Provincia di Lecce;

19.862 nella Provincia di Taranto;

576  attribuiti a residenti fuori regione;

152  provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Published in Attualità
Giovedì, 18 Febbraio 2021 17:26

Sedi per i vaccini: le indicazioni dei Comuni

Si muove la macchina organizzativa dei Comuni salentini a supporto del piano vaccinale anticovid dell’Asl Lecce che prenderà il via lunedì 22 febbraio con i circa 68mila over80. Numerose le proposte di sedi suppletive avanzate dagli enti territoriali, che dovrebbero andare a rinfoltire l’elenco dei punti vaccinali che attualmente conta solo 12 sedi idonee in provincia: Lecce, Gallipoli, Campi Salentina, Nardò, Copertino, Martano, Maglie, Poggiardo e Gagliano del Capo e Galatina. Numeri esigui che consigliano quindi di fare in fretta nella validazione delle sedi visto le 679.079 persone, dai 16 anni insù, da vaccinare Salento.

Dopo Lecce che conferma la disponibilità per ulteriori due punti quali il centro sociale nel quartiere Stadio di via Matera e il centro sociale nel quartiere Santa Rosa in via Ofanto, in provincia arriva la disponibilità del sindaco di Copertino, Sandrina Schito, per l’attribuzione a sede vaccinale dei locali dell’ex Laboratorio urbano giovanile nel quartiere Spallanzani. A Nardò invece salta l’ipotesi dell’impiego dei locali del seminario diocesano di proprietà della curia, con l’amministrazione Mellone a lavoro per un secondo centro da aggiungere all’ex ospedale. 

A Carmiano i Commissari prefettizi valutano l'utilizzo di alcune aule retrostanti e inutilizzate dell’edificio di via Roma dove ha sede l’istituto professionale, il centro avis e la protezione civile, mentre a Monteroni il primo cittadino Mariolina Pizzuto ha dato disponibilità per la “casa della salute” nei pressi dell’area mercatale. Entrambe le sedi sono in attesa di sopralluogo.

Procedura in corso anche a Galatina con il sindaco Marcello Amante che ha individuato il centro polivalente di viale don Bosco, mentre a Tricase la disponibilità è ricaduta sulle sedi comunali di Lucugnano e Depressa e dell'Ex Tribunale. Anche i comuni dell’entroterra Idruntino si sono attivati per sostenere la somministrazione dei vaccini anticovid. L’amministrazione di Bagnolo del Salento ha messo a disposizione come centro vaccinale i locali della Guarda Medica e parte della sede municipale. Cannole ha comunicato la disponibilità della sala polifunzionale del municipio in via Aldo Moro e Cursi ha indicato come punti vaccinali il centro prelievi in via De Amicis e le sale di Palazzo De Donno in piazza Pio XII. Il comune di Maglie che aveva già comunicato la disponibilità dell’ospedale vecchio ha inoltre segnalato l’area parcheggio di via Otranto con i locali dell’ex bar ed un container.

Nei centri della Grecìa salentina, Castrignano dei Greci punta sulla scuola media in via de Gasperi, con un’ala non utilizzata con ingresso completamente separato dagli studenti. A Martignano sarà attrezzato il centro sociale “kafar matta”, Cutrofiano ha individuato un locale in via Firenze destinato ad ospitare il centro Alzheimer, mentre Zollino conferma la disponibilità di una struttura di proprietà Asl, al momento inutilizzata, situata nei pressi della villa comunale.

Le proposte dai comuni quindi non mancano, seppur poste in attesa della validazione dell’Asl, quando mancano solo quattro giorni all’avvio della somministrazione vaccinale degli over80 residenti in provincia di Lecce.

Published in Attualità

BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO REGIONE PUGLIA 17 FEBBRAIO 2021 

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi, mercoledì 17 febbraio  2021 in Puglia, sono stati registrati 10.374 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 883 casi positivi: 342 in provincia di Bari, 80 in provincia di Brindisi, 89 nella provincia BAT, 98 in provincia di Foggia, 72 in provincia di Lecce, 197 in provincia di Taranto, 3 residenti fuori regione, 2 casi di provincia di residenza non nota.

Sono stati registrati 17 decessi: 7 in provincia di Bari, 1 in provincia BAT, 2 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.458.849 test.

95.372 sono i pazienti guariti. 38.034 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 137.078, così suddivisi:

51.995 nella Provincia di Bari;

14.804 nella Provincia di Bat;

10.100 nella Provincia di Brindisi;

28.194 nella Provincia di Foggia;

11.589 nella Provincia di Lecce;

19.677 nella Provincia di Taranto;

571 attribuiti a residenti fuori regione;

148 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Published in Attualità
Pagina 1 di 33
090_liaci.jpg030_ortokinesis.jpg080_rosetta.jpg070_annaluce.jpg170_pneumatic.jpg130_solazzo.jpg100_vetrugno.jpg220_puscio.jpg110_deplint.jpg