Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Martedì, 14 Luglio 2020
120_duesse.jpg010_bluesea.jpg180_winet.jpg040_compasso.jpg020_idrovelox.jpg045_vcn.jpg030_solazzo.jpg

Si chiude oggi in call conference l’anno scolastico per tantissimi alunni delle scuole della provincia di Lecce. Le misure sanitarie anti coronavirus restano rigide e anche nell’ultimo giorno di lezione, computer e telefonini saranno in funzione per permettere ad alunni, docenti e dirigenti di scambiarsi un saluto sulle piattaforme social e darsi appuntamento al prossimo anno scolastico.

A Carmiano la campanella suonerà in rete. Gli oltre 1200 alunni del comprensivo “Zimbalo”, guidato dalla dirigente scolastica Paola Alemanno, si collegheranno dalle ore 10 sulla pagina facebook della scuola per ricevere da docenti e dirigente un abbraccio virtuale di fine anno.

Virtuale sarà anche il gelato condiviso da insegnanti e alunni delle quinte elementari del polo 1 “Peppino Impastato” di Veglie diretto dalla dirigente Daniela Savoia, mentre al comprensivo “Vittorio Bodini” di Monteroni e Arnesano, la preside Lory Natale invierà a scolari e famiglie un messaggio sul registro elettronico.

A Copertino invece dopo aver provveduto ai saluti di rito durante l’ultima settimana di didattica a distanza, il comprensivo “polo 3” guidato dalla professoressa Eleonora Giuri, proseguirà l’attività laboratoriale con la realizzazione del video musicale "Tra le storie e le stelle". “Gli alunni stanno realizzando un recital a distanza – spiega la dirigente scolastica - del quale hanno scritto il copione, ideato le coreografie e curato l'interpretazione, anche musicale, con l’obiettivo di ritrovarsi tutti insieme e condividere l’augurio di una serena estate con la comunità, nella speranza di riabbracciarsi presto in totale sicurezza”.

Published in Attualità

L’amministrazione comunale di Carmiano interviene sul caso della giovane coppia di innamorati, lui ventenne del posto e la compagna incinta , 19enne di Monteroni, costretti per diversi mesi a dormire in macchina per ripararsi dal freddo della notte in attesa di un ricovero sicuro dove proseguire la gravidanza, e tramite le parole del sindaco Giancarlo Mazzotta, chiarisce posizione e attività messe in atto dall'Ente per risolvere l’intricata vicenda.

“L’attenzione umana ed economica dell’amministrazione e della comunità di Carmiano, verso il giovane, non è mai mancata. Sin dal 2008 sosteniamo costi importanti per l’educazione e la crescita del ragazzo, ma continuiamo insieme a Monteroni, paese di residenza della ragazza, ad interessarci alla situazione della giovane coppia e del loro figlio in arrivo. In paese non disponiamo di alloggi popolari – precisa Mazzotta - ma entro un mese il comune di Monteroni dovrebbe mettere a disposizione dei due ragazzi un alloggio, nel frattempo, siamo attivi con gli uffici per trovare una struttura ricettiva disponibile ad accoglierli”.

Intanto non sono mancate le polemiche social, ma anche gli aiuti, e in seguito al clamore i due giovani pare abbiamo provvisoriamente abbandonato l’auto dove dormivano, e trovato ospitalità presso una coppia di anziani di San Donaci.

Published in Attualità
Martedì, 17 Settembre 2019 08:50

Blitz dei Carabinieri: 22 arresti

Scattata all'alba l'operazione “Armonica”: 22 arresti, fra Carmiano e Monteroni, per un gruppo ritenuto federato al clan Tornese di Monteroni e, dunque, facente parte della Sacra Corona Unita salentina.

Ad eseguire il blitz, dopo mesi di indagini mirate a smantellare un giro di spaccio e traffico di stupefacenti, armi ed estorsioni - aggravati dal metodo mafioso -, i carabinieri del Ros su ordine della Procura distrettuale antimafia.

I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa, che si terrà presso la sede del comando provinciale Carabinieri di Lecce alle ore 10.30.

Published in Cronaca
Giovedì, 18 Aprile 2019 17:19

Il Velodromo degli Ulivi riapre l'anello

Nuova vita per il Velodromo degli Ulivi di Monteroni. Dopo anni di degrado, seguiti a interminabili lavori di restyling, sembrerebbe tutto pronto per la riapertura del glorioso anello, che nel 1976 incoronò l’iridato Francesco Moser medaglia d’oro ai Campionati del Mondo di ciclismo.

La struttura sportiva polivalente costruita nel 1972 e inaugurata due anni più tardi dall’allora sindaco del comune del nord Salento, Mario Marini, dopo i fasti degli anni 70’ e 80’ che videro oltre ai mondiali di ciclismo su pista anche l’organizzazione dei campionati militari di ciclismo per le nazioni del mediterraneo e numerosi concorsi ippici, a fine anni 90’ iniziò a vivere una lunga fase di declino che la portò poi alla chiusura e al conseguente abbandono.

Quel che resta del centro sportivo, simile ad una cattedrale nella foresta, per via della vegetazione incolta e straripante, privata di campi, piscine ed ogni altra attività ludico-ricreativa, è il solo palazzetto dello sport che accoglie la locale squadra di basket.

Oggi, a distanza di oltre 25 anni, Monteroni dovrebbe quindi riavere quel tempio dello sport e del ciclismo che lo consacrò a livello nazionale e internazionale. In cantiere grandi progetti e il sogno di accogliere le attività pratico-sportive dell’Università del Salento. Di pari passo sembra partito il conto alla rovescia anche tra sportivi, appassionati e addetti ai lavori, che pregustano la possibilità di tornare ad allenarsi e gareggiare.

I lavori di recupero, in fase di completamento, dopo vari intoppi burocratici sono ripresi nel 2017, con l’assegnazione da parte della Provincia di Lecce dell’appalto per la ristrutturazione definitiva della struttura alla ditta Rizzo di Martignano. Il primo lotto di lavori ad essere completato sarà quindi il glorioso anello, che nel 1976 ha visto trionfare il ciclista italiano Francesco Moser nella gara ad inseguimento individuale. La pista lunga 333,33 m lineari, realizzata in origine da un’azienda lombarda con il pregiato legno “doussie” proveniente dal Camerun, è stata riprodotta in cemento e resina, mentre delle due tribune previste nel progetto iniziale solo quella già presente sarà ristrutturata e resa idonea a norma di legge. Inoltre, a completamento dell’impianto polifunzionale, oltre ai parcheggi per gli spettatori e agli spogliatoi per gli atleti, dovrebbero essere realizzati negli spazi sottopista, box ad uso delle società sportive, due tunnel per l’accesso al parterre delle auto di pronto soccorso e di altri mezzi, in caso di eventi e spettacoli.

Tuttavia, l’originario finanziamento prevedeva per Palazzo dei Celestini un impegno di spesa di poco inferiore ai 4 miliardi di vecchio lire, (circa 1.800.000 euro), con un co-finaziamento del Comune di Monteroni del 50%. Poi nel 2000, in seguito alla risoluzione del contratto d’appalto nei confronti della prima impresa aggiudicatrice, la Provincia fu costretta a rimodulare il progetto, creando un nuovo bando per l’affidamento delle opere necessarie a realizzare un impianto funzionale allo svolgimento di manifestazioni sportive di alto livello agonistico e ulteriori attività ludiche. A lavori ultimati, dovrebbe poi avvenire la cessione dell’impianto sportivo dalla Provincia di Lecce al Comune di Monteroni, che si occuperà della gestione e della riqualificazione di tutta l’area circostante.

“Siamo alla fine di un lungo percorso di ristrutturazione che dovrebbe presto riconsegnare alla comunità di Monteroni il Velodromo degli Ulivi – commenta il sindaco Angela Storino. Il nostro Ente e la Provincia in questi anni hanno collaborato per raggiungere l’obiettivo che oramai è alla portata. Inoltre l’amministrazione comunale ha già stanziato 70mila euro per il recupero del parcogiochi all’ingresso dell’impianto e in base a dei calcoli sui costi complessivi sostenuti, dovremmo anche recuperare circa 400 mila euro di utili, da utilizzare per la riqualificazione delle aree del parco circostante. La riapertura del glorioso Velodromo non è più solo un’ambizione – sottolinea la prima cittadina - ma un traguardo funzionale per i cittadini di Monteroni, da integrare con il più ampio obiettivo strategico di creare un polo sportivo capace di accogliere gli studenti-atleti della facoltà di scienze motorie dell’Università del Salento”.

Il sogno? Rivedere correre su quest’anello un nuovo Moser.

Published in Salento
Domenica, 10 Febbraio 2019 12:56

Pauroso incidente stradale con cinque feriti

Rocambolesco incidente stradale ieri sera a Monteroni, intorno alle 23, all’incrocio tra via Giorgione e via XXI Aprile, tra una lancia Ypsilon con a bordo tre giovani di Monteroni e un’audi A7 su cui viaggiavano un 28enne di Carmiano con una donna. Tra le possibili cause del pauroso impatto, al vaglio dei carabinieri intervenuti sul posto, la velocità e il mancato rispetto di uno stop.

Per estrarre dalle lamiere della vettura, la coppia di Carmiano, si è reso necessario l’intervento dei Vigili del fuoco. I cinque i feriti sono dovuti poi ricorrere alle cure dei sanitari.

Published in Cronaca

Nuovo singolo per la cantante salentina, Martina Spedicato in arte Martina ESSE. La 25enne originaria di Monteroni, ritorna su tutti i digital store musicali con il brano “Tu mi bacerai".

La canzone scritta da Vittorio Valenti con produzione discografica “Rosso al Tramonto” e arrangiamento del maestro Kikko Palmosi, già produttore artistico per Emma e i Modà, racconta una storia d'amore piena di tormenti, nella quale le due amanti, protagoniste del brano, nonostante le avversità non riescono a fare a meno l'una dell'altra.

Un singolo, frutto dell’amore per la musica che Martina coltiva sin dalla tenera età e divenuto negli anni un vero e proprio percorso di vita.

La cantante, guidata dai vocal coach Adriano Patera e Serena Quarta della scuola "Direzione Musica" di Veglie, nella sua giovane ma intensa carriera, dopo il brano d’esordio “Siamo Nuvole”, vanta inoltre la partecipazione al "Premio Salentino", al talent "A voice of music", al Premio Gianni Ravera, alle semifinali di “Area Sanremo Tour 2018” ed esibizioni canore con importanti artisti nazionali come Marco Masini, Katia Ricciarelli e Gianna Nannini.

Published in Rubriche

Il consigliere del M5S Antonio Trevisi ha inviato una lettera all’amministrazione comunale di Monteroni per conoscere i motivi del mancato avvio dei lavori di ristrutturazione del Velodromo degli Ulivi, che da anni versa in stato di abbandono

“Il Velodromo degli Ulivi di Monteroni - spiega Trevisi - ha ospitato le Olimpiadi del ciclismo del 1976 ed è stato sede di numerose manifestazioni nazionali ed internazionali di ciclismo su pista. Su quella pista, che oggi versa in uno stato di assoluto degrado, Francesco Moser ha ottenuto la medaglia d’oro ai Campionati del Mondo di Ciclismo”.

Nel 2017 la Provincia di Lecce ha assegnato l’appalto per la ristrutturazione parziale della grande struttura sportiva per un importo dei lavori di 964 mila euro. Dopo l’esclusione del primo aggiudicatario, il cantiere è passato nelle mani della ditta Rizzo Luigi di Martignano. Ai fini di una ristrutturazione completa dell’immobile e del parco intorno alla pista, il Comune di Monteroni oltre ad impegnarsi al cofinanziamento dell’opera per 900mila euro, aveva richiesto al CONI ulteriori 750mila euro.

“Ad oggi - continua Trevisi - tuttavia non è stato realizzato alcun intervento. La mancata inibizione dell’area consente a tutti il libero accesso e purtroppo in tanti ne approfittano per abbandonare rifiuti e danneggiare ciò che resta della struttura. Una situazione pericolosa anche per l’incolumità dei cittadini. Per questo - conclude il pentastellato - ho chiesto all’Amministrazione di impedire, attraverso l’apposita segnaletica e l’installazione di una recinzione, l’accesso alla struttura, provvedendo contestualmente alla pulizia dell’intera area.”

Published in Politica
Mercoledì, 04 Aprile 2018 18:07

Monteroni: furto negli uffici dell’anagrafe

Ladri in Municipio a Monteroni. L’irruzione compiuta dai malviventi negli uffici dell’anagrafe/stato civile, in Piazza Falconieri, è avvenuta presumibilmente durante la chiusura dell'edificio per le festività pasquali, tra Pasqua e il lunedì di pasquetta.

Bottino esiguo: circa una trentina di euro. Non sono stati rubati invece documenti o carte d’identità.

Il furto è stato scoperto nella giornata di ieri quando gli impiegati sono tornati al lavoro. Le indagini sono affidate ai carabinieri della stazione di Monteroni.

Published in Cronaca
Sabato, 27 Gennaio 2018 18:07

Monteroni: Il rito del Santo del fuoco

Prosegue “il Rito del fuoco” in Salento. Dopo Novoli, Magliano e Carmiano, come da tradizione è la volta dei festeggiamenti in onore di Sant’Antonio Abate a Monteroni.

Ricco il programma religioso e civile predisposto dal “Comitato Festeggiamenti in onore di Sant’Antonio Abate” guidato dal presidente Giuseppe De Rinaldis.

Sabato, alle 17.30 trasferimento della statua del Santo dalla Chiesa Rettoriale alla Parrocchia Matrice, con benedizione dell’ultima fascina sul sagrato in Piazza Falconieri, e Celebrazione Eucaristica. 

Domenica 28, giorno della Festa, alle 11.30 in piazza Falconieri “Benedizione degli Animali” e intrattenimento gratuito per bambini con “Gonfiabili e Mascottes”. In piazzetta Romano, concerto sinfonico dello “Storico Gran Concerto Bandistico Maria SS. Ausiliatrice Città di Monteroni. Nel pomeriggio, alle 17, solenne Messa Eucaristica e processione per le vie del paese, accompagnata dall’Associazione Musicale “Maestro Rocco Quarta” di Monteroni. A seguire lancio dei palloni aerostatici e l’attesissima accensione del falò, realizzato su via Mons. Giancane, attraverso un grande spettacolo pirotecnico. Alle ore 20.30, spettacolo musicale con il gruppo popolare “Schiattacore”.

Published in Salento

Pallone aerostatico, acceso a Carmiano in onore di Sant’Antonio Abate, vola per 4 kilometri e atterra a Monteroni, a pochi metri dalla statua di Sant’Antonio da Padova. Un segno divino o semplicemente la corrente dei venti che ieri sera spirava in direzione Monteroni, mentre a Carmiano si festeggiava il rito del fuoco.

La scoperta del pallone penzolante su un cavo elettrico della pubblica illuminazione, è stata fatta da alcuni cittadini intorno alle 22 di sabato sera nei pressi della scuola “E. De Amicis” in pieno centro storico.

Il curioso rinvenimento che non ha causato danni, in attesa di essere rimosso, è stato rapidamente postato sui social, scatenando ironia e fantasia degli utenti. C’è chi ha interpretato la discesa del pallone, che sembra essere quello firmato dal comitato festa di Carmiano, come un messaggio celeste di amicizia e fratellanza, mentre altri simpaticamente più terreni hanno pronosticato un tentativo di gemellaggio tra i due santi.

La tradizione vuole inoltre che nei due comuni limitrofi, si festeggi a distanza di una settimana il rito religioso e l’accensione della Focara in onore del Santo del fuoco. Una coincidenza che sempre sui network, ha creato allegria e anche scambi di battute tra gli abitanti delle due comunità. Se a Monteroni, si chiedono come è stato possibile un atterraggio così a breve distanza, a Carmiano propongono in occasione dei prossimi festeggiamenti, la restituzione del pallone con un lancio in direzione opposta, auspicando venti favorevoli.

Published in Attualità
Pagina 1 di 2
070_annaluce.jpg170_pneumatic.jpg110_deplint.jpg130_solazzo.jpg100_vetrugno.jpg080_rosetta.jpg030_ortokinesis.jpg090_liaci.jpg