Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Giovedì, 20 Giugno 2019
180_winet.jpg045_vcn.jpg120_duesse.jpg140_lapineta.jpg030_solazzo.jpg135_pati.jpg040_compasso.jpg020_idrovelox.jpg010_bluesea.jpg
Truffe all'INPS: 2 arresti in provincia di Lecce

Truffe all'INPS: 2 arresti in provincia di Lecce

Due salentini tra 5 arrestati tra Salerno, Benevento, Napoli e Lecce, nel blitz dei carabinieri coordinati dalla Procura di Nocera Inferiore. L’accusa è di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di truffe aggravate ai danni dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale e dell’Agenzia delle Entrate.

L'attività investigativa avviata nel 2018 ha consentito di accertare l'esistenza di un sodalizio composto da consulenti del lavoro, imprenditori e faccendieri. Attraverso compensazioni fittizie derivanti da importi conguagliati, relativi ad arretrati per assegni nucleo familiare, malattia e maternità, sarebbero riusciti ad ottenere indebite erogazioni previdenziali e crediti d'imposta, per oltre 2 milioni di euro.

I professionisti leccesi coinvolti sono: E.M. di Carmiano, presidente nazionale di una confederazione delle Piccole e Medie Imprese, e G.C. di Lecce, presidente di un Ente Bilaterale. Oltre a loro figurano M.P., di Casoria, agente di Polizia Penitenziaria e gestore di fatto della sede in Campania; S.G., di Sant'Egidio del Monte Albino, consulente del lavoro e responsabile di zona di Pagani; M.A., beneventano, consulente del lavoro e responsabile di zona di Moiano.

130_solazzo.jpg090_liaci.jpg110_deplint.jpg100_vetrugno.jpg070_annaluce.jpg170_pneumatic.jpg080_rosetta.jpg030_ortokinesis.jpg160_mq.jpg