Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Mercoledì, 16 Ottobre 2019
045_vcn.jpg010_bluesea.jpg040_compasso.jpg180_winet.jpg020_idrovelox.jpg120_duesse.jpg030_solazzo.jpg140_lapineta.jpg
Colpi di pistola in una stazione di servizio

Colpi di pistola in una stazione di servizio

Spari nella notte contro il distributore di carburanti “Apron” situato su via Lecce a Carmiano.

Ad agire al buio, intorno alle 3 di sabato, due giovani, pare giunti a bordo di uno scooter, con il volto coperto da casco. Una volta all’interno della stazione di servizio, consci probabilmente di essere ripresi dalla telecamere a circuito chiuso dell’area, uno dei due malviventi, con freddezza è sceso dal mezzo armato di pistola, pare di piccolo calibro, e si è diretto verso la macchinetta del distributore self, ed ha esploso dai due ai tre colpi di pistola. Solo uno sarebbe andato a segno.

"Inoltrato il messaggio” la fuga ad alta velocità, sempre in sella allo scooter 125, forse in direzione Magliano. Ignorato dai due invece, il bar alle spalle delle pompe di benzina, che a quell’ora comunque era chiuso.

Al momento, non sembrerebbero esserci testimoni, anche se la strada, che ricongiunge Carmiano con la frazione, è molto trafficata anche di notte.

La scoperta del raid notturno è stata fatta alla riapertura del distributore, dagli addetti all’impianto. La colonnina del self, seppur accesa era andata in tilt. Quindi, da una più attenta verifica, i benzinai si sono accorti dello strano foro all’altezza della pulsantiera.

E’ scattato poi l’allarme e in breve tempo sono giunti sul posto i carabinieri del Norm di Campi e i colleghi della stazione di Carmiano per i rilievi necessari ad avviare le indagini. I militari, hanno recuperato i filmati di videosorveglianza dell’area di servizio e in queste ore, provano a ricostruire il tragitto effettuato dai malviventi, utilizzando anche i fotogrammi di altre telecamere che potrebbero aver ripreso il loro passaggio tra Carmiano e Magliano.

Sul perché del gesto, al momento non ci sono risposte, ma solo ipotesi, tutte da verificare.

070_annaluce.jpg100_vetrugno.jpg130_solazzo.jpg080_rosetta.jpg160_mq.jpg110_deplint.jpg170_pneumatic.jpg030_ortokinesis.jpg090_liaci.jpg