Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Domenica, 06 Dicembre 2020
200_carrozzo.jpg020_idrovelox50.jpg040_compasso.jpg180_winet.jpg045_vcn.jpg030_solazzo.jpg120_duesse.jpg010_bluesea.jpg
Ai RITMO BINARIO il Premio "Mia Martini" Etnosong"

Ai RITMO BINARIO il Premio "Mia Martini" Etnosong"

Prestigioso successo per il gruppo salentino Ritmo Binario, composto da Daniele Ianne (voce e Ukulele), Simone Bruno (voce, chitarra e violino), Annalisa Ianne (voce, danza e tamburello), Antonio Favale (tamburello), Stefano Zecca (batteria), Giovanni Alemanno (fiati e tamburello), Marco Paladini (basso e chitarra), Tiziana Leone (fisarmonica), che approdato a Bagnara Calabra per rappresentare la Puglia nel round conclusivo del concorso nazionale di musica "etnosong", dopo aver superato brillantemente la fase radiofonica, ha conquistato il gradino più alto del podio col brano "Beddhru l'amore".

Nella città natale di Mia Martini, i ragazzi salentini, forti del voto popolare, durante l’evento live di ieri sera condotto dalla showgirl Veronica Maya, sono riusciti ad ottenere l’importante consenso della giuria tecnica guidata dal cantautore Franco Fasano, che li ha preferiti agli altri 15 gruppi musicali in gara.

I Ritmo Binario inseriti nella sezione “canzone etnica” della kermesse organizzata dal regista Nino Romeo, sono stati premiati con il primo premio dal sindaco della cittadina calabrese e dagli artisti Franco Neri e Sabino  Zaba.

Il premio della critica è andato invece ai lucani “RenaNera”.

Gioia e commozione per il gruppo di musica popolare, nato nel 2013 ai bordi del Casello ferroviario della Cupa a Carmiano, che sul loro profilo facebook hanno commentato: "Ha vinto la Puglia!!! Non ci crediamo ancora. Abbiamo vinto il Premio Mia Martini Etnosong! Grazie a tutti “cu lu core”.

“La musica ci ha condotto su importanti palcoscenici, commenta il “capostazione” Simone Bruno. L’esperienza in Calabria è stata gratificante, con il brano “Beddhru l’amore” inserito nel nostro album d’esordio, è giunto l’importante riconoscimento che ci ripaga del lavoro discografico svolto e suggella un anno ricco di soddisfazioni”.

090_liaci.jpg110_deplint.jpg130_solazzo.jpg100_vetrugno.jpg070_annaluce.jpg170_pneumatic.jpg080_rosetta.jpg030_ortokinesis.jpg