Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Giovedì, 20 Giugno 2019
140_lapineta.jpg180_winet.jpg030_solazzo.jpg010_bluesea.jpg020_idrovelox.jpg045_vcn.jpg120_duesse.jpg135_pati.jpg040_compasso.jpg

Carmiano Sprar porta la Puglia alla fase nazionale del torneo di calcio “Rete”.

La giovane formazione multietnica "Rinascita", allenata da mister Hassane, ha conquistato l’accesso alle finali nazionali, aggiudicandosi la tappa interregionale disputata presso il centro Federale territoriale di Noicattaro, dove era opposta ad altre formazioni pugliesi e alle rappresentative di Molise e Basilicata. Dopo alcuni anni di risultati altalenanti quindi, la Puglia, con i ragazzi del Carmiano, potrà giocarsi le proprie chance di vittoria nazionale nelle finali in programma il 19 e 20 giugno a Corticella/Bologna.

Nel contesto sportivo avviato nel 2015, col “progetto Rete”, portato avanti dal coordinamento del settore giovanile e scolastico della FIGC Puglia, assieme ai comuni pugliesi e agli altri centri Sprar, si inserisce quindi la mission dell’accoglienza realizzata nei centri del nord Salento, tra cui Carmiano, dalla Cooperativa Sociale Rinascita, fondata nel 1999, operativa nell’ambito dei servizi di solidarietà e integrazione, e attiva per favorire lo sviluppo del territorio attraverso interventi sociali, occupazionali, di ascolto e relazione anche per i più deboli.

Soddisfatto del risultato sportivo, nonché dell’obiettivo sociale perseguito dall’iniziativa, si dice Vito Tisci, presidente nazionale Sgs/FIGC. “Il progetto Rete, il cui scopo è l’inclusione sociale dei minorenni non accompagnati, sul territorio italiano, attraverso attività ludiche di integrazione, procede in Puglia con ottimi risultati - sottolinea il massimo dirigente federale. L’auspicio è che qualcuno di loro possa anche diventare un affermato calciatore professionista”. Quanto al torneo Tisci è ottimista: “Affrontiamo la fase finale con l’auspicio di interrompere la leadership della Sicilia, portando finalmente il trofeo a casa”.

Rosa calciatori "Rinascita Refugees": Bubacar Cande (Guinea), Jamal Maruf (Bangladesh), Abdikani Uova (Somalo), Samba Diakite (Mali), Sidiky Diane (Costa d'Avorio), Adeshina Senon (Nigeria), Bakary Diagouraga ( Mali), Jallow Pamodou (Gambia), Rasman (Costa d'Avorio), Mamadou Balde star (Senegal ), Suleymane Diouf (Senegal)

Published in Richiami

L'Ecole de Danse in scena oggi alle 20 al teatro politeama Greco di Lecce con lo spettacolo in due tempi “EMBLEMA”, il racconto di due donne emblema della passione, della forza, dell’amore ribelle, della follia, della seduzione.

Il primo tempo racconterà “CARMEN”, la storia di una bella e seducente tabaccaia che ama vivere libera e senza regole, innamorata del giovane brigadiere Don Jose, ma innamorata anche della sua libertà e dell’amore senza regole. Nel ruolo di CARMEN una fantastica Silvia Ciccarese e nel ruolo di DON JOSE un grande Orion Pico Plaja, si alterneranno tutti i corsi in coreografie di danza classica e contemporanea.

Il secondo tempo racconterà di una donna che è nel cuore di tutti : LADY DIANA, racconteremo il suo dialogo tra il suo “ruolo” e la sua anima, tra Lady Diana e semplicemente Diana , con la partecipazione di una grande attrice Serena Guida e un meraviglioso flauto traverso di Teobaldo Scardino, lasceremo spazio alla storia e alla memoria.

Lo spettacolo della scuola diretta dalla Maestra Ninfa Fersini, vedrà la presenza in scena di tutti gli allievi dei diversi corsi delle sedi di Carmiano e Nardò.

Published in Eventi

Ferite gravi per una giovane donna nel violento scontro frontale fra un camion e una Fiat panda sulla provinciale Carmiano – Villa Convento verificatosi questa mattina intorno alle 8.30.

Sul posto per estrarre dall'abitacolo la donna, rimasta incastrata tra le lamiere contorte della vettura, sono intervenuti i vigili del fuoco di Lecce. La signora ferita, immediatamente soccorsa dai sanitari del 118, è stata trasportata in codice rosso all’ospedale Vito Fazzi di Lecce.

Per i rilievi sull’incidente e per deviare il traffico sono intervenuti i carabinieri e le unità di polizia locale di Novoli e Carmiano.

Published in Cronaca

“Per mettere il mondo in ordine, dobbiamo mettere la famiglia in ordine. Per mettere la famiglia in ordine, dobbiamo coltivare la nostra vita personale. Per coltivare la nostra vita personale, dobbiamo prima mettere a posto i nostri cuori”.

Così recita un’antica e celebre frase, che è stata presa quale motivo conduttore dello spettacolo “Noi cittadini del mondo: culture a confronto” realizzato lo scorso 28 maggio dalle classi 3C e 3D della Scuola Primaria di Carmiano .

I giovanissimi lettori del libro L’immigrazione spiegata ai bambini. Il viaggio di Amal” hanno avuto modo di aprire i loro cuori ai valori della condivisione, solidarietà e rispetto verso l’altro. Il fresco e vivace spettacolo ha avuto come protagonisti 45 bambini che hanno interpretato i 4 simpaticissimi animali protagonisti del libro: una vispa gattina, un cane, un falco, una capretta senza nome che, nel testo, hanno accompagnato i loro padroni durante l’avventurosa traversata del Mediterraneo alla ricerca di un futuro migliore.

La serata è stata allegra, ma anche toccante e suggestiva e ad essa hanno partecipato i ragazzi di colore della cooperativa “La Rinascita” che si occupa di integrazione e accoglienza. Questi ci hanno fatto ascoltare la loro musica che si è magistralmente “sposata” con la nostra pizzica salentina. L’autore Marco Rizzo, in collegamento via skype, ha toccato il cuore dei bambini, testimoniando direttamente ciò che ha visto: il salvataggio in mare di uomini, donne, bambini. Per chi è adulto, è stato davvero un’esperienza toccante. I bambini, scevri da infrastrutture ideologiche, possono rappresentare l’humus fertile in cui instillare il valore della fratellanza, della solidarietà senza barriere, dell’aiuto da fratello a fratello, abbattendo i pregiudizi verso gli stranieri e costruendo ponti per creare integrazione. “Aggiungi un posto a tavola” è stato il canto e il ballo conclusivo, che, in un tripudio di luci e salti, ha chiuso lo spettacolo che ha donato a tutti i presenti non solo una piacevole serata, ma anche tanti spunti di riflessione e meditazione.

La serata ha avuto termine con una sorpresa-regalo per tutti: la cooperativa “La Rinascita” della quale fanno parte giovani africani, ha preparato e servito i piatti tipici a tutti i presenti, rafforzando la piena commistione di gusti, azioni, pensieri. A noi adulti non resta che ringraziare chi ha innescato queste forme di vicinanza che, come fili d’argento ci ricordano che, come diceva Einstein, non esiste che una razza, quella umana.

I genitori

Published in Eventi

Gli alunni delle classi 3C e 3D, dell’istituto comprensivo “Zimbalo” di Carmiano guidato dalla dirigente Maria Rosa Rizzo, accompagnati dagli insegnanti Anna Maria Perrone, Antonio Bergamo, Simona Gubello, Valeria Pennetta, Katia Paladini e Anna Maria Spedicato, si ritrovano oggi all e 18 al cineteatro Fratelli Lumière per il “progetto lettura” del testo su integrazione e multietnicità “L’immigrazione spiegata ai bambini. Il viaggio di Amal” scritto da Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso. La distanza con gli autori si annulleranno grazie all’intervista live attraverso Skype.

Il libro è un fresco e vivace racconto rivolto ai bambini che utilizza la metafora del viaggio di quattro simpaticissimi animali, spaventati e confusi eppure fiduciosi, che accompagnano i loro padroni, per raccontare il viaggio attraverso il Mediterraneo, ai piccoli lettori, semplici e innocenti come loro. Il delicato tema della multietnicità sarà sottolineato da canti e balli a cura della maestra Fiorella Colonna.

L’iniziativa didattica “Un libro per conoscere, scoprire, aprirsi all’altro” in collaborazione con l'assessorato alla cultura di Carmiano, rientra inoltre nel più ampio quadro nazionale e comunale del “Maggio dei Libri”, che sottolinea il valore della lettura come elemento chiave della crescita personale, culturale e civile.

Published in Attualità
Mercoledì, 22 Maggio 2019 11:45

Incendiate due auto nella notte

Due auto in fiamme nella notte a Carmiano. Prese di mira una lancia y e una  Mini di proprietà di una coppia di imprenditori del posto. Auto completamente distrutte. 
Sul luogo per domare le fiamme sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri della locale stazione.
Da una prima parziale ricostruzione dei fatti, pare che a dare fuoco alle vetture parcheggiate su via Noè Miglietta, siano stati due individui, giunti a bordo di una macchina intorno all'una e trenta di notte, poi dopo aver appiccato l'incendio, sono ripartiti in retromarcia facendo perdere le proprie tracce.
Published in Cronaca

Tre serate all’insegna dell’arte e della cultura quelle che hanno visto come protagonisti sul palco del cineteatro “Fratelli Lumière” i bambini della 3A e della 3B della scuola primaria “A. Lecciso” di Carmiano dell’Istituto Comprensivo ad Indirizzo Musicale “G. Zimbalo”.

La prima sera, il 16 maggio destinata al progetto Un mondo di note”, i piccoli cantanti, con voci e cuori all’unisono, hanno accompagnato il pubblico lungo un percorso espressivo non di sole note musicali, ma di avvicinamento a tradizioni e culture diverse. La musica interpretata e vissuta come strumento di abbattimento delle barriere culturali, di accoglimento delle differenze che, al contrario, uniscono. I bambini, magistralmente guidati dalla maestra Lucia Santoro, hanno saputo trasmetterci questo messaggio, interpretandolo come nessun altro avrebbe mai potuto fare. Stringendosi per mano, con la naturalezza e la spontaneità che li contraddistingue, ed unendo le loro voci, hanno voluto dimostrarci che i legami tra le persone nascono e si rafforzano sulla strada dell’integrazione e dell’inclusione sociale.

Lo spettacolo è stato accompagnato da una serie di immagini colorate e a tema: bandiere di ogni nazionalità distribuite sullo scena e una cartina geografica stampata sulle magliettine da loro indossate e riprodotta sullo sfondo hanno efficacemente rappresentato quel “mondo di note” che vorremmo, ove i popoli possano avvicinarsi anche attraverso l’arte.

Il 17 ed il 18 maggio, sotto la guida eccellente della maestra Lucia Puscio, i bambini hanno invece portato in scena, in veste di capacissimi attori, uno dei romanzi storici più importanti del panorama della letteratura classica italiana: “I Promessi sposi”. Tale rappresentazione, relativa al progetto Renzo e Lucia, migranti di ieri e di oggi”, ha inteso dare concretezza al progetto lettura realizzato lo scorso anno scolastico con lo scopo di avvicinare i piccoli lettori ai grandi classici della letteratura italiana che, a prescindere dal trascorrere del tempo, riescono a mantenere inalterata la loro attualità e freschezza, così come la loro carica emotiva.

La scena centrale dello spettacolo è stata l’ “Addio ai monti”: “mala cosa nascer povero”, mala sorte dover mettere il proprio passato in una sacca per poi andare via di corsa su una barca, mormorando un sofferto “addio” mentre il dolore rimbomba in ogni ansa, cresce con la progressiva distanza dalla casa natìa, si alimenta con il timore di non poter più fare ritorno nella propria terra.

I piccoli attori sono chiamati ad interpretare e reinventare la storia raccontata da Manzoni, a rappresentare  Renzo e Lucia come migranti di ieri e di oggi, a illuminare sotto una nuova luce una delle pagine più grandiose della letteratura mondiale, una pagina che ci offre l’occasione di affrontare - con profondità d’animo - il tema dei flussi migratori e della carica drammatica che essi si portano dietro. Questo stupendo brano, infatti, unisce tutta la potenza del suo alto lirismo con l’attualità di una tematica che ci scuote e colpisce.

Il pubblico, posto dinanzi ad una scenografia di grande impatto visivo è stato così letteralmente traghettato in un’epoca storica cronologicamente lontana ma a noi ancora tanto vicina.

I piccoli protagonisti, con i loro bellissimi costumi, hanno saputo reintepretare, con grande bravura, una storia quanto mai attuale che, incentrata sulla continua contrapposizione tra bene e male, ci induce a maggiore riflessione sulle tematiche dei flussi migratori.
La musica, sempre al centro della scena, ha perfettamente cucito le immagini dei piccoli attori che ci hanno raccontato, con la recitazione e con la danza, sia il dolore umano dell’ “Addio ai monti” con la scena di grande impatto emotivo dell’abbraccio senza tempo tra Lucia ed Agnese; sia la gioia del superamento di tutti i dolori e le difficoltà della vita, nel momento in cui Renzo e Lucia possono finalmente coronare il proprio sogno d’amore.

Uno spettacolo incalzante, in cui la bravura degli interpreti ha saputo convogliare l’attenzione dello spettatore sul messaggio conclusivo, quello della speranza che induce l’animo umano a non desistere e a guardare al futuro con maggiore positività. La scelta dello spettacolo teatrale è stata motivata dal bisogno  di costruire percorsi didattici che favoriscano lo sviluppo della creatività, al fine di rendere la scuola un ambiente autenticamente produttivo, capace di stimolare gli alunni, le loro energie, le loro potenzialità ed i loro talenti personali.

Fare teatro a scuola, trasformando l’aula in un setting teatrale, significa mirare ad un percorso di crescita innovativo ed alternativo rispetto all’insegnamento tradizionale, significa favorire le interazioni e gli scambi tra alunni e docenti, offrire ai primi esperienze significative sul piano cognitivo, affettivo, emotivo, interpersonale e sociale. Alla luce di tutto, come genitori, siamo lieti di porgere i nostri più sentiti ringraziamenti alle insegnanti, Maria Lucia Santoro e Maria Lucia Puscio, guide insostituibile nella crescita dei nostri figli, per i loro rispettivi progetti, alla maestra di danza Ninfa Fersini e alla sua collaboratrice maestra Elisabetta Centonze, oltre che a tutti coloro che, a vario titolo e mettendo a disposizione le proprie competenze, hanno consentito l’impeccabile realizzazione di questo meraviglioso spettacolo.

Published in Eventi
Venerdì, 17 Maggio 2019 18:59

Noi cittadini del mondo tra musica e cultura

Emozioni tra musica e folklore al cineteatro “F.lli Lumière” per gli spettacoli di fine anno scolastico organizzati dalla classi 3a e 3b della scuola primaria “Lecciso” di Carmiano. In una sala gremita, presenti la dirigente scolastica Maria Rosa Rizzo, la fiduciaria di plesso Antonella Fiore, tantissimi genitori e l’assessore alla cultura Stefania Arnesano.

Ieri sera gli alunni delle due classi, accompagnati dalla maestra Lucia Santoro, hanno portato in scena “Un mondo di note”. Oggi alle 19.30 si alzerà invece il sipario su “Renzo e Lucia: migranti di ieri e di oggi” con protagonista la 3a. Domani alla stessa ora sarà il turno della sezione 3b. Entrambe l’esibizioni sono guidate dalla maestra Lucia Puscio. La kermesse rientra nel progetto didattico “Noi cittadini del mondo: culture a confronto”.

Published in Eventi

Ancora un incidente stradale con ferito. Tre le auto coinvolte nell’impatto verificatosi intorno alle 13 all’incrocio fra la strada extraurbana per Brindisi e la provinciale per Copertino. Causa del violento incidente pare sia stata una mancata precedenza. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 per prestare i primi soccorsi ai tre giovani coinvolti nello scontro, e la polizia locale per i rilievi.

A Carmiano, in soli due giorni si passa così dall’incidente sull’intersezione di via Leverano con via Firenze, a quello verificatosi oggi nelle vicinanze della zona industriale, tra una Fiat Bravo, una Citroen e una Fiat Stilo su un tratto di strada spesso teatro di incidenti anche mortali.

Published in Cronaca

Attimi di paura questa mattina a Carmiano nel rocambolesco incidente stradale che ha interessato due mezzi, con a bordo quattro persone, per fortuna solo lievemente ferite.

L’impatto, intorno alle 12, tra un furgone alimentari e una Yaris, si è verificato al centro dell’incrocio tra via Cagliari, via Firenze e Via Leverano, già teatro in passato di altri incidenti. Per rilevare l’esatta dinamica dell’incidente sono intervenuti i Vigili urbani.

Da una prima parziale ricostruzione dei fatti, pare che lo scontro tra il camion, con a bordo due operai e la Yaris occupata da un uomo e una bambina, sia avvenuto per una mancata precedenza, poi dopo l’impatto, il furgone che proveniva da Via Cagliari, ha terminato la sua corsa impattando contro due autovetture parcheggiate su via Firenze.

Sul posto, allertate dai presenti, sono giunte due ambulanze del 118, con i sanitari che hanno prestato le prime cure ai feriti.

Published in Cronaca
Pagina 1 di 16
090_liaci.jpg170_pneumatic.jpg110_deplint.jpg080_rosetta.jpg100_vetrugno.jpg070_annaluce.jpg030_ortokinesis.jpg130_solazzo.jpg160_mq.jpg