Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Martedì, 18 Gennaio 2022
040_compasso.jpg110_deplint.jpg020_idrovelox50.jpg180_winet.jpg120_duesse.jpg200_carrozzo.jpg240_guida.jpg010_bluesea.jpg250_av.jpg031_quarta.jpg210_mondofiori.jpg
Lauretti risponde a Mazzotta: “accuse del tutto infondate”

Lauretti risponde a Mazzotta: “accuse del tutto infondate”

Alcune considerazioni pubblicate dall'avv. Mazzotta su ViviCittà news in risposta al mio precedente articolo hanno poco contenuto politico ma traboccano di risentimento e di questo me ne rammarico. In detto articolo, dopo la nota diffusa dal gruppo consiliare di minoranza appena qualche giorno fa, ho cercato di esprimere il mio modesto pensiero sul concetto di "democrazia". Ho dato una valenza politica agli argomenti trattati in linea col titolo "La democrazia è morta? Chi l’ha uccisa?” Pertanto non intendo sminuire il significato politico del mio articolo facendomi trascinare in un'inutile polemica ingiuriosa che nulla ha a che fare con la politica. Tuttavia è doveroso da parte mia chiedere ed ottenere un pubblico chiarimento dall'avv. Mazzotta. Mi riferisco a quanto riportato in merito a fatti e circostanze che sarebbero accadute in occasione delle elezioni amministrative svoltesi nel 2010. In particolare mi vengono mosse accuse del tutto infondate riguardanti cambiamenti di "rotta" "per interessi personali". L'avv. Mazzotta o non conosce bene i fatti relativi a quel periodo o è in completa malafede e afferma menzogne nell'intento di screditare la mia persona per fini che al momento mi sfuggono. Spero che voglia precisare pubblicamente quali "interessi personali" avrei cercato di tutelare, come e con chi. Per il resto mi piacerebbe confrontarmi con lui civilmente in un pubblico dibattito sul tema interessante della democrazia in generale e della democrazia nel nostro comune in particolare.

Un'ultima considerazione prima di concludere, a proposito di accoliti. Ringrazio l'avv. Mazzotta per un presunto ruolo "carismatico" che mi attribuisce indirettamente quando mi accosta ai miei "accoliti". In verità io agisco da solo e non ho né seguaci né tantomeno "capi" cui ubbidire. D'altra parte, a riprova che io agisco da solo, c'è da considerare che non un accolito, né un mio capo mi è venuto in soccorso in questa polemica, nonostante varie accuse fossero rivolte a diversi soggetti.

T. Lauretti

170_pneumatic.jpg220_puscio.jpg110_deplint.jpg070_annaluce.jpg030_solazzo.jpg080_rosetta.jpg045_vcn.jpg090_liaci.jpg100_vetrugno.jpg030_ortokinesis.jpg025_martena.jpg