Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Mercoledì, 16 Ottobre 2019
010_bluesea.jpg020_idrovelox.jpg045_vcn.jpg030_solazzo.jpg180_winet.jpg120_duesse.jpg040_compasso.jpg140_lapineta.jpg
Martedì, 08 Ottobre 2019 19:53

Orario invernale per la Biblioteca comunale

Nuovo orario per la Biblioteca Comunale "Salvatore Paolo" di Carmiano.
L'ufficio nel periodo autunno - inverno, dal lunedì al venerdì rispetterà i seguenti orari:
- Mattina dalle ore 8 alle 14
- Pomeriggio dalle ore 15 alle 18
A disposizione dei cittadini ci saranno i dipendenti comunali e i ragazzi del progetto "Faville d'autore" rientrante nel Servizio Civile Nazionale.

Published in Richiami

Degrado ambientale segnalato su alcune vie del centro abitato di Carmiano e Magliano. Erba alta a bordo strada e lungo i marciapiedi e roditori a passeggio, sono i casi più frequenti che alcuni cittadini hanno denunciato attraverso i social.

Nel centro storico di Carmiano, su via Miglietta, due residenti preoccupati, hanno segnalato l’esistenza di erba alta, ricettacolo per insetti e animali, sotto l’impalcatura di un’abitazione privata e la presenza di nauseabondi odori che permangono durante tutto l’arco della giornata. A Magliano su via Colombo, invece è frequente la vista per strada di roditori. Tra i tanti che fanno su e giù dalla carreggiata, l’ultimo fotografato da alcuni residenti, era ormai morto dopo un attraversamento azzardato.

Published in Attualità
Venerdì, 27 Settembre 2019 11:22

Apecar sui binari: sfiorato l'incidente

L’ape resta bloccata tra le sbarre del passaggio a livello e il treno è costretto a fermarsi. Lo strano fatto, per fortuna senza conseguenze a cose o persone, si è verificato questa mattina sui binari di via delle Pezze, tra Carmiano e Magliano.

Alcuni testimoni, che hanno fotografato la scena, raccontano che intorno alle 7, mentre le sbarre del passaggio livello si abbassavano, un anziano signore alla guida del motocarro ha provato a oltrepassare le aste automatiche, restando bloccato al centro, senza via d’uscita.

Per fortuna, il treno che sopraggiungeva a velocità moderata, intravisto l’ostacolo, ha rallentato e poi arrestato la corsa. Il macchinista, ha quindi allertato i responsabili della stazione e dopo un fitta comunicazione si è deciso di riaprire le sbarre e far uscire l’ape per liberare i binari. Dopo 20 minuti d’attesa anche il treno ha ripreso la propria corsa.

Published in Cronaca

Ore febbrili a Carmiano per il destino dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giancarlo Mazzotta, a rischio scioglimento per presunte infiltrazioni mafiose.

L’iter burocratico, ormai in fase avanzata, pare sia giunto a conclusione. In paese si attende di conoscere la decisione ufficiale del Viminale, dopo la richiesta avanzata dal prefetto di Lecce, Maria Teresa Cucinotta al Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, facendo leva sulle circa 100 pagine del report realizzato in circa sei mesi di indagini e audizioni tra gli uffici dell’Ente, dalla commissione d’inchiesta prefettizia formata da sei Funzionari di Prefettura e Forze dell’Ordine. Sotto i riflettori degli inquirenti gli anni della gestione pubblica Mazzotta e la vicenda “Bcc”, in cui il primo cittadino di Carmiano risulta indagato insieme ad altre cinque persone, per estorsione aggravata dal metodo mafioso, nella vicenda dei presunti illeciti commessi nel maggio 2014, in occasione del rinnovo del consiglio di amministrazione dell’istituto di credito cooperativo Terra d’Otranto.

Accuse che il primo cittadino ha sempre respinto, richiedendo un’audizione personale, non accolta dal Prefetto, e dichiarandosi “estraneo ad ogni addebito e vittima di un processo mediatico frutto di interessi politici”.

Intanto, in attesa dell’ufficialità, qualora dovesse avvalorare l’ipotesi scioglimento che verrebbe notificata al segretario comunale Pierluigi Cannazza, anche le indiscrezioni in paese hanno avuto un’impennata, portando a disegnare un quadro ben più articolato. Il provvedimento che dovrebbe giungere da Roma, qualora si riferisse al sindaco Mazzotta, avrebbe ripercussioni sulla tenuta dell'assise comunale, secondo il principio di diritto latino, “Simul stabunt aut simul cadent” insieme staranno o insieme cadranno.

Cresce quindi l’attesa per la decisione finale di Ministero dell'interno e Consiglio dei Ministri, che sulla scorta di elementi concreti, univoci e rilevanti - tali devono essere per legge - comprovanti l’eventuale condizionamento della malavita nella gestione pubblica dell’Ente, sciolga o meno per mafia il consiglio comunale.

Published in Richiami
Giovedì, 19 Settembre 2019 19:42

Don Raffaele in crisi di vocazione lascia Frigole

I fedeli di Frigole aspettano il parroco, don Raffaele Bruno, ma a celebrare la messa domenicale si presenta l’arcivescovo di Lecce, che invita i presenti a pregare per il sacerdote in “crisi di vocazione”.

Questo è quanto accaduto lo scorso 15 settembre, nella chiesa di Borgo Piave, dove la messa è stata officiata da Monsignor Michele Seccia, in sostituzione del parroco. Il sacerdote, di origine carmianese, conosciuto come “prete antimafia” nei giorni scorsi si sarebbe esposto verso la “sua” gente spiegando di “non poter più celebrare messa perché ha peccato”.

Un fulmine a ciel sereno per tutta la diocesi leccese, per una decisione difficile, presa dal prete, dopo lunghi tormenti e un recente colloquio privato con l’arcivescovo. Solo il tempo dirà se la scelta di don Raffaele, sarà quella definitiva o ritornerà sui suoi passi.

Published in Attualità
Domenica, 15 Settembre 2019 05:04

Colpi di pistola in una stazione di servizio

Spari nella notte contro il distributore di carburanti “Apron” situato su via Lecce a Carmiano.

Ad agire al buio, intorno alle 3 di sabato, due giovani, pare giunti a bordo di uno scooter, con il volto coperto da casco. Una volta all’interno della stazione di servizio, consci probabilmente di essere ripresi dalla telecamere a circuito chiuso dell’area, uno dei due malviventi, con freddezza è sceso dal mezzo armato di pistola, pare di piccolo calibro, e si è diretto verso la macchinetta del distributore self, ed ha esploso dai due ai tre colpi di pistola. Solo uno sarebbe andato a segno.

"Inoltrato il messaggio” la fuga ad alta velocità, sempre in sella allo scooter 125, forse in direzione Magliano. Ignorato dai due invece, il bar alle spalle delle pompe di benzina, che a quell’ora comunque era chiuso.

Al momento, non sembrerebbero esserci testimoni, anche se la strada, che ricongiunge Carmiano con la frazione, è molto trafficata anche di notte.

La scoperta del raid notturno è stata fatta alla riapertura del distributore, dagli addetti all’impianto. La colonnina del self, seppur accesa era andata in tilt. Quindi, da una più attenta verifica, i benzinai si sono accorti dello strano foro all’altezza della pulsantiera.

E’ scattato poi l’allarme e in breve tempo sono giunti sul posto i carabinieri del Norm di Campi e i colleghi della stazione di Carmiano per i rilievi necessari ad avviare le indagini. I militari, hanno recuperato i filmati di videosorveglianza dell’area di servizio e in queste ore, provano a ricostruire il tragitto effettuato dai malviventi, utilizzando anche i fotogrammi di altre telecamere che potrebbero aver ripreso il loro passaggio tra Carmiano e Magliano.

Sul perché del gesto, al momento non ci sono risposte, ma solo ipotesi, tutte da verificare.

Published in Cronaca

"Star Tree 2017", "Pharus 2017" e "Faville d'Autore 2017" i tre progetti di servizio civile nazionale attivi sul territorio di Carmiano e Magliano. I volontari in servizio, ne illustrano le aree d’intervento e le iniziative in atto, quali depliant e banchetti informativi, per entrare in contatto con i cittadini.

Il progetto “Star Tree” è indirizzato alla promozione di uno stile di vita basato sulla tutela dell’ambiente, cercando di eliminare le cattive abitudini di ognuno di noi, per far sì che tutti, nel loro piccolo, facciano la loro parte per migliorare il luogo in cui viviamo, le loro attività sono rivolte sia ai bambini che ad un pubblico adulto.

“Pharus” è un’iniziativa inerente al settore ‘assistenza anziani’, si pone come obiettivo generale la realizzazione di una ‘società per tutte le età’, una società rispettosa degli anziani di oggi e di domani, che riconosca dignità e diritti di cittadinanza a tutti gli individui senza discriminazioni di sesso, razza, religione e colore della pelle, facendo della solidarietà e della cooperazione tra generazioni i pilastri fondamentali della comunità del futuro.

Il progetto “Faville d’Autore” ha come area di intervento il settore d patrimonio artistico e culturale, nello specifico i ragazzi sono impegnati nella cura e conservazione della biblioteca. L’obiettivo generale del progetto è quello di potenziare i servizi erogati dalla biblioteca, cercando di far accrescere il numero degli utenti e allargando i vari servizi a tutti i cittadini. Si cerca di promuovere la lettura, organizzando diverse attività che possano incuriosire e affascinare grandi e bambini.

 

Il Servizio Civile, è una scelta volontaria volta alla difesa non violenta della patria, mediante la condivisione di valori comuni e fondanti l'ordinamento democratico. Esso è aperto a ragazzi e ragazze che abbiano compiuto il 18° anno di età e non superato il 28° anno di età. Per avere accesso al Servizio Civile è richiesto: - Essere cittadino italiano, oppure essere cittadino di altri paesi UE, o essere cittadino non comunitario regolarmente soggiornante in Italia; - Non aver riportato alcuna condanna in Italia o all'estero. Una volta disponibile il nuovo bando, sarà possibile accedere alla procedura di adesione che verrà pubblicata sul sito www.serviziocivile.gov.it

Published in Rubriche

Il paventato scioglimento del consiglio comunale per rischio di infiltrazioni mafiose, scuote e preoccupa la comunità di Carmiano. I social per una volta sono quasi del tutto muti e scarseggiano anche le dichiarazioni pubbliche. Pochi i commenti che si registrano, per giunta sotto voce. In paese si predilige la cautela, in attesa che si faccia chiarezza sul futuro dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giancarlo Mazzotta.

Un destino che attualmente è nelle mani del Prefetto di Lecce, Maria Teresa Cucinotta e del Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, dopo che il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza ha avallato la relazione della commissione d’accesso agli atti. Il Prefetto di Lecce, con a disposizione un mese di tempo, dovrà quindi decidere - sulla scorta delle risultanze – se chiedere o meno al capo del Viminale, lo scioglimento dell’assise cittadina.

Intanto l’altra sera, parte dei consiglieri di maggioranza si sono riuniti a palazzo di città per analizzare, in presenza del primo cittadino, l’evolversi della vicenda. “Non conoscendo gli atti della relazione dei commissari non è possibile fare valutazioni - commenta l’assessore Gianni Erroi. Ci rammarica invece che qualcuno, in anticipo, sia venuto a conoscenza di parte del contenuto di queste 100 pagine. Tuttavia se le indiscrezioni, che puntano l’attenzione sulla vicenda Bcc del 2014 e sulle minacce alla persona del sindaco, fossero confermate – prosegue l’amministratore - queste ancora una volta confermerebbero la mia tesi sul netto distinguo tra banca e amministrazione comunale. Come maggioranza siamo sereni, fiduciosi e rispettosi dell’operato delle istituzioni, con la convinzione di aver operato nel rispetto della legge. Auspico per il bene della nostra stimata comunità che nessuno voglia fare speculazione politica”.

Maggiore inquietudine viene fuori invece dalle parole della consigliera di opposizione Barbara Marino. “L’avanzamento dell’iter d’inchiesta e l’avallamento della relazione prodotta dai commissari non mi sorprende. Sono anni che evidenziamo situazioni poco chiare in consiglio e negli atti di governo, e di cui abbiamo chiesto lumi in Prefettura e Procura. Le responsabilità sono di tanti, dalla politica agli uffici che hanno protetto e garantito il tutto”. Preoccupazioni condivise anche dai colleghi del gruppo “LiberAzione”, minoranza in consiglio, Gigi Bruno e Mino Bruno. “Purtroppo prefiguravamo una situazione del genere. Ad oggi, non conoscendo gli atti, non possiamo entrare nel merito della valutazione, ma quando in assise, per ben due volte abbiamo chiesto le dimissioni di tutti consiglieri, intendevamo salvaguardare l’immagine della nostra comunità, che ora rischia di subire un’onta che non merita. Carmiano e i suoi cittadini non hanno nulla a che vedere con la mafia”.

Proiettato verso il futuro e fiducioso nell’operato delle istituzioni, la chiosa del meetup cittadino del Movimento 5 stelle. “Stiamo seguendo l’evolversi di una vicenda che ci rammarica profondamente – sottolinea l’attivista Luca Tondi. Attendiamo il finale senza fare polemiche, preferiamo lavorare da subito per tutelare e ricostruire ove necessario l’immagine del nostro paese”.

Published in Politica

Il destino dell’amministrazione comunale di Carmiano, guidata dal sindaco Giancarlo Mazzotta, è nelle mani del Prefetto di Lecce, Maria Teresa Cucinotta e del Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.

Il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, riunitosi ieri mattina in Prefettura, ha avallato la relazione della commissione d’accesso agli atti (composta dal viceprefetto Marilena Sergi; dal primo dirigente di polizia, Giorgio Oliva; dal comandante della Compagnia dei carabinieri di Campi Salentina, il capitano Alan Trucchi; dal comandante del Gico della Guardia di finanza di Lecce, il maggiore Antonio Martina; dal funzionario Antonio Calignano; e dal vicequestore della Direzione investigativa antimafia (Dia) di Lecce, Salvatore Cesari); e ora il Prefetto, con a disposizione un mese di tempo, dovrà decidere - sulla scorta delle risultanze – se chiedere o no al neo ministro del Viminale, lo scioglimento del Consiglio comunale a causa del rischio di infiltrazioni mafiose.

Intanto il primo cittadino di Carmiano dichiara: “Chiederò un’audizione al Prefetto Cucinotta per fare chiarezza. Lo devo alla comunità che amministro poiché è stata travolta da notizie dal contenuto grave. La mia amministrazione del Comune è stata sempre avulsa da contesti criminali”.

Published in Politica

Il dirigente scolastico Mino Rollo, dopo una lunga e apprezzata carriera lavorativa, va in pensione. Saluta tutti e si prepara a vivere una nuova fase della propria vita, fatta di affetti, passioni e viaggi. Rollo, autore del libro “Fiori di Cefalonia”, nell’anno scolastico 2012-2013 è stato anche preside dell’istituto professionale “Redi” di Carmiano.

“Mille sentimenti contrastanti, mille pensieri, mille ricordi. Scendere dalla nave dopo una lunghissima navigazione è davvero difficile – scrive del posto di saluto Mino Rollo. Pensi di non arrivarci ma poi il tempo scandisce le sue regole ed i suoi ritmi. La scuola mi ha dato tanto, soprattutto nell'incontro con gli ultimi, i più deboli, con coloro che avevano bisogno anche di un piccolo segno di attenzione, un sorriso, una carezza. Ho cercato fino all'ultimo di rispettare le regole ma, soprattutto, la dignità di tutti. E' stato un lavoro difficile, quello del Dirigente Scolastico. Tutto ricade su di te. Spesso solo davanti a situazioni e soluzioni difficili ma con la convinzione di poter affrontare i problemi con cuore e cervello ed un pizzico di esperienza. E' stato dunque un impegno serio, complesso, ma entusiasmante. In questo momento viaggiano velocemente i ricordi, ed allora rivedi i tuoi attuali ed ex collaboratori sempre pronti a dare, generosamente, il proprio contributo. Rivedi i tuoi ex DSGA, come Roberto Ancora e Massimo Capone, veri fari lungo un cammino impervio e spesso carico di ostacoli. Ringrazio tutti, i miei ex docenti del mio primo Istituto da Dirigente, l'ex Comprensivo 1 di Gallipoli, quelli dell'attuale Comprensivo di Squinzano, del Liceo Scientifico "Redi", dell'I.T. Commerciale di Campi e del Professionale di Carmiano. Un saluto particolare a tutto il Comprensivo "Geremia Re" ed a tutta la comunità di Leverano, che mi ha accolto facendomi sentire, fin dall'inizio, tre anni fa, a casa mia. Un augurio particolare alla neo Dirigente Scolastica, dott.ssa Antonella Cazzato, che saprà guidare con dedizione e saggezza l’istituto”.

Famiglia e passioni nel futuro di Mino Rollo, con un’unica rinuncia: la politica, definita come un capitolo chiuso. “Ed ora, appendo al chiodo il mio amato lavoro perché mi aspettano loro, i miei adorati nipotini, la mia campagna, ma anche la musica, i prossimi romanzi e, sicuramente, tanti momenti insieme alla mia compagna di sempre, mia moglie”.

Published in Rubriche
Pagina 1 di 14
080_rosetta.jpg030_ortokinesis.jpg090_liaci.jpg160_mq.jpg070_annaluce.jpg100_vetrugno.jpg110_deplint.jpg170_pneumatic.jpg130_solazzo.jpg