Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Giovedì, 20 Febbraio 2020
010_bluesea.jpg030_solazzo.jpg020_idrovelox.jpg180_winet.jpg040_compasso.jpg045_vcn.jpg120_duesse.jpg
"La luce del sole": riflessioni di una madre

"La luce del sole": riflessioni di una madre

Sono una giovane madre con una media esperienza alle spalle. Ho un figlio meraviglioso e non c’è nient’altro che desidererei più dalla vita. Sono una donna felice ma a volte mi scoraggio quando vedo i ragazzini di oggi attratti da un mondo virtuale e assolutamente inesistente: le Console di Videogiochi!

Proprio così, unica ricchezza per chi “crea”, unica rovina per chi “compra”. Purtroppo sotto questa attrazione c’è un gran mondo sporco che lacera il più grande capolavoro di Dio: l’essere umano in tutte le sue forme. Dio ci ha donato un cervello: una grande e potente macchina che necessita un giusto movimento. Spesso i suoni, i colori, i rumori di queste clamorose invenzioni, creano nella testa dei nostri bambini una forte forma di ipnosi, causa dell’alterazione all’apprendimento della vita sociale e di conseguenza ad uno scarso inserimento nella vita futura.

I ragazzi sono così attratti dall’oscurità di uno schermo che riesce addirittura a nascondere la magia più grande del mondo: la luce del sole. Io proporrei un forte esame di coscienza a tutti quei grandi affaristi che poverini trascorrono miliardi di notti insonni per creare le grandi skin senza anima. Vergognatevi di quello che create per rendere felici i nostri piccoli angeli, perché la vostra ricchezza diventerà la rovina dell’umanità.

Una mamma del ‘76

170_pneumatic.jpg100_vetrugno.jpg090_liaci.jpg130_solazzo.jpg110_deplint.jpg030_ortokinesis.jpg080_rosetta.jpg070_annaluce.jpg