Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Venerdì, 06 Dicembre 2019
040_compasso.jpg045_vcn.jpg180_winet.jpg120_duesse.jpg140_lapineta.jpg020_idrovelox.jpg030_solazzo.jpg010_bluesea.jpg

La New Basket Carmiano riparte da Fabrizio Niccoli e Camillo Villani Miglietta.

Il sodalizio rossoblù dopo la scintillante stagione 2018/2019 culminata con l’approdo in Promozione, é pronto ad affrontare con rinnovato ottimismo il prossimo anno sportivo. Sará la 13esima stagione dalla fondazione, un traguardo straordinario, reso ancor piú interessante con la nomina delle nuove cariche societarie.

Dopo anni infatti l’intero consiglio direttivo sará costiuito da carmianesi con tante nuove idee. Al massimo dirigente Niccoli, già referente del minibasket, si aggiunge quindi Villani Miglietta, neo presidente onorario e il vice Antonio Bergamo, che continuerà ad essere anche il responsabile del settore giovanile. Nuovo main sponsor sulle maglie firmato “Azienda agricola Villani Miglietta”. Il roster che prenderà parte al campionato di Promozione pugliese, sarà allenato dal riconfermato coach Andrea Campanile.

“Essere insignito di questa carica è un piacere immenso per l’amore che da sempre provo verso la pallacanestro, per la stima che nutro nei confronti della dirigenza e della squadra, per il mio paese – dice Camillo Villani Miglietta. Al tempo stesso l’impegno e l’attenzione sarà sempre massima per fare in modo che possa essere una stagione eccellente sotto il profilo gestionale e dei risultati sportivi. La forza di una comunità passa soprattutto da riconoscere e sostenere una sana gioventù, rappresentanza importantissima del territorio, per questo, - conclude il neo presidente onorario - auspico il supporto congiunto di privati, imprese e istituzioni”.

Published in Sport

Gli italiani e il calcio, un amore indissolubile che regala gioia ed emozioni. Si vince e si perde, a volte si soffre. La palla che rotola su e giù per un campo, poco importa se in terra battuta o in erba, in periferia o in città, per gli sportivi è una passione, una fede radicata da generazioni, che spesso si tramanda nelle famiglie, unendo padri e figli sotto un unico colore. Il calcio è uno sport per tutti, che può essere vissuto davanti ad una tv, ma soprattutto attivamente in campo.

Su 20 milioni di italiani che svolgono una qualsiasi attività sportiva, il calcio infatti è la disciplina più praticata tra varie fasce d’età.

Mai però, si dovrebbe morire su un campo da calcio. La festa che si trasforma in tragedia, la gioia di un gol, strozzata dal silenzio assordante del dramma. L’ispettore di Polizia Silvio Montinari come l’azzurro Davide Astori, ed ancora l’atleta amatoriale Claudio Capone al pari del calciatore professionista Piermario Morosini. Morti assurde per shock comuni.

Eppure sui campi da calcio dei vari centri sportivi di Italia si continua a giocare. Le cautele a volte sono poche. In estate aumentano le partitelle tra amici, crescono a dismisura i tornei amatoriali, organizzati a volte frettolosamente, in piazze affollate di gente o su campetti, con o senza precauzioni sanitarie. A tal riguardo nel 2012, il ministero della Salute, con il decreto “Balduzzi” ha imposto alle società sportive professionistiche e dilettantistiche di dotarsi presso gli impianti sportivi di defibrillatori semiautomatici, funzionanti, da far utilizzare da personale appositamente formato e presente durante le gare. Inoltre, per prevenire i rischi e tutelare la salute degli atleti la legge italiana richiede la certificazione medica per l’attività sportiva. Ma se per la pratica agonistica e non agonistica, cioè per i soggetti tesserati CONI o per altri enti e federazioni sportive, il certificato è obbligatorio, così purtroppo non è per l’attività ludico-ricreativa, svolta amatorialmente dai tanti, a volte inconsapevolmente dei rischi a cui si va incontro senza adeguata preparazione, dove vige solo la facoltà.

E se le paure sono tante, e si torna a parlare di soluzioni solo quando avviene la tragedia, importante in questi casi è la prevenzione e la sensibilizzazione sul tema. Molto attiva in questo ambito, con controlli severi sui propri tesserati, è la delegazione provinciale leccese della Federazione Italiana Gioco calcio guidata da Luana De Mitri. “Una morte, improvvisa come quella del poliziotto, è sempre un triste evento, che shocca e pone degli interrogativi, soprattutto perchè avvenuta su un campo da calcio, durante una partita tra amici, ritenuta momento di svago e divertimento. Bisogna aumentare i controlli a tutti i livelli e intervenire per sensibilizzare gli operatori sportivi, anche non appartenenti alla FIGC, a rispettare le norme di sicurezza, richiedere le certificazioni mediche e introdurre la presenza del defibrillatore secondo legge, che spesso può salvare una vita umana. La Federazione in questo è molto sensibile, ed è attenta alla salute dei propri atleti sia grandi che piccoli” – conclude De Mitri.

A. Taf.

Published in Sport

Christian Tondi conquista a Cervia il titolo di capocannoniere delle finali di calcio a11 AICS.

Tondi, appassionato sportivo, calciatore della squadra Salento Life Carmiano nonché allenatore del Veglie calcio, ha conquistato nei giorni scorsi il trofeo di miglior marcatore, disputando “in prestito” (come da regolamento) le gare del campionato amatoriale con la selezione “Team Maggiore arreda” rappresentante salentina al torneo nazionale. Grazie ai 6 gol realizzati dall’attaccante carmianese in cinque match, la formazione leccese ha ottenuto la settima posizione in campionato,la terza in coppa Italia, per il definitivo 5 posto nel ranking finale su 16 squadre partecipanti.

Published in Sport

La sfida playout di pallavolo femminile tra Cupa Carmiano e Volley Manfredonia finisce in rissa.

Spintoni, schiaffi e parole grosse sono volati ieri sera, tra donne, sul parquet del palazzetto “Giovanni Paolo II” di Carmiano, al termine dello spareggio-salvezza tra salentine e foggiane. Ad avere la peggio nell’agitato post partita un dirigente della locale squadra, che avrebbe rimediato un cellulare danneggiato e un graffio sulla fronte. Sul posto sono intervenuti i carabinieri per riportare la calma.

Tutto sarebbe accaduto sul finale di quarto set. La gara in quel momento vedeva in vantaggio la formazione locale per 2 set a 1, e avanti nel parziale per 23 a 17. Il punto successivo, valido come match-ball, assegnato dal direttore di gara alle giocatrici della Cupa Volley Carmiano, ha portato ad una reazione singolare del sestetto ospite e ad un brutto epilogo. Le ragazze foggiane, subìto il passivo, prima avrebbero tolto la maglietta in segno di protesta e poi aizzato gli animi, già caldi dei supporters presenti sugli spalti. Tuttavia, dopo alcuni minuti di tensione, la protesta è sembrata rientrare con la ripresa della gara.

Purtroppo così non è stato, e la contestazione si è riaccesa. Sul punto decisivo, pare infatti che un dirigente del Carmiano abbia preso il cellulare per catturare il momento del successo. Il gesto sembrerebbe aver dato fastidio ad un’avversaria in campo, tanto che si sarebbe precipitata verso l’uomo gettando lo smartphone per terra. Da qui ne sarebbe seguito un parapiglia generale, dove sono volate non solo parole. L’intervento del direttore di gara e il successivo arrivo dei carabinieri, ha poi riportato la calma nel palazzetto, evitando il peggio.

Per la cronaca sportiva, il match è terminato 3 set a 1, con la permanenza in serie D della Cupa Carmiano.

Published in Sport
Lunedì, 27 Maggio 2019 11:09

New Basket Carmiano in finale playoff

La New Basket Carmiano é in finale playoff di prima divisione! Termina nel migliore dei modi la serie al meglio delle tre partite, di questa semifinale tra i rossoblu e gli jonici della Dynamic Basket Taranto. Una serie combattuta, tosta, che ha messo in luce il grande equilibrio tra le due compagini, rispettivamente classificatesi seconda e terza in regular season. Carmiano riesce a sfruttare al meglio il vantaggio del fattore campo, riuscendo a chiudere il confronto sul 2-1 proprio al pala “Giovanni Paolo II”, catino ribollente di tifo e colori.

Marco Stasi autore di 24 punti in gara 1 e 31 in gara 3 è stato l’autentico mattatore di questa serie, trascinato da una squadra che si è dimostrata matura e in grado di saper soffrire quando é stato il momento, anche e soprattutto dopo la sconfitta di gara due. Pazienza e tanto cuore quella dimostrata dal team, che ha saputo magistralmente sopperire anche alle assenze di pendine importanti come Galati, Dimitri e Andrea Alemanno. Bisconti, Quarta e il carmianese Massimo Vetrugno si son dimostrati fondamentali per il raggiungimento dell’obiettivo, con la loro intensitá difensiva e offensiva, cosi come i “lunghi” Pasquale Alemanno e Matteo Mazzotta che hanno battagliato nel “pitturato”, mettendo a disposizione tutta la loro fisicitá e la loro forza. “Gettare il cuore oltre l’ostacolo” è stato questo il comandamento della New Basket Carmiano in tutta questa stagione. Ed ora arriva il gran finale. Sará Pulsano l’avversaria che contenderá la promozione ai rossoblu di coach Andrea Campanile. Chi vincerá andrá direttamente in Promozione, chi perderá avrá buone chance di ripescaggio. Si giocherá al meglio delle tre partite. Epilogo degno di un campionato di Prima Divisione che ha visto queste due compagini essere le battistrada dalla prima all’ultima giornata. Si partirá con lo svantaggio del fattore campo (considerando che Pulsano è arrivata prima in regular season) e sappiamo quello che vuol dire visto il grande apporto che il pubblico ha dato ai cestisti in termini di energie nervose, soprattutto ieri, ma siamo sicuri che questa squadra saprá stupire ancora una volta !

Tabellino gara 3

New Basket Carmiano 81: Savastano (CAP), Stasi 31, Vetrugno 2, Quarta 15, Bisconti 12, Mazzotta 5, Trotta 6, Carrozzo, Luperto, Alemanno P. 9. All.re Andrea Campanile

Dynamic Basket Taranto 61: Frazzetto 1, Amatulli 10, Fanelli 18, Camerino 4, Amoroso 11, D’Aversa 12, Nisi 3, Camerino A. 2, D’Aversa M. 2.

Emanuele Spagnolo

Published in Sport

Stefania Scatigna, vince la prima edizione dell’Ecotrail a Gallipoli.

La consigliera sprint di Magliano, passata nella società sportiva Atletica Capo di Leuca, presieduta da Luca Scarcia, si è distinta tra le numerose donne in gara percorrendo i 12 km del tracciato col crono di 51:41, nell’ambito della gara valevole come tappa del circuito Salento Tour, che si è svolta nella città jonica presso il Parco Regionale Punta Pizzo – Isola di Sant’Andrea, per sensibilizzare contro l’inquinamento ambientale e diffondere la cultura dell’econosostenibilità insieme ad una corretta pratica sportiva.

Stefania Scatigna è salita sul gradino più alto del podio femminile precedendo rispettivamente Gabriella Stea dell’Atletica Gallipoli e Stefania Zilli della Tre Casali.

Published in Sport

Nuova impresa sportiva per il runner Dario Della Pace. Il 59enne maratoneta di Copertino, in 28 ore e 54 minuti, correndo per due giorni e una notte no stop, ha portato a termine l’impegnativa ultramaratona da 202,4 km della “Nove Colli”.

Una gara endurance, valida per il campionato italiano IUTA 2019 di Gran Fondo su strada, con partenza sabato scorso alle ore 12 da Cesenatico, e strutturata con 90 km in salita, 78 km in discesa e 34 pianeggianti, per un dislivello complessivo di 3220 metri, che prevede il passaggio dei 9 colli romagnoli, con otto cancelli orari ad eliminazione e tre traguardi: il primo "La Montagna" al km 84 in corrispondenza dello storico quanto ripido colle “Bardotto”, il secondo arrivo intermedio “La Roccia” al km 158 e poi tutto d’un fiato dritti verso il traguardo finale "Uomo d'acciaio" ai 202,4 km da raggiungere entro le 30 ore.

Una prova estrema per il podista salentino, intrapresa in competizione con altri 140 atleti, realizzata in autosufficienza, con grinta e sofferenza ma frutto di tanto allenamento e passione. Quella stessa passione per gli sport estremi che da oltre 7 anni spinge il presidente della “Podistica Copertino” a confrontarsi costantemente con se stesso, per superarne i limiti e migliorare il suo già ricco palmares che vanta all’attivo ben 21 ultramaratone in giro per il mondo.

“E’ stata una sfida impegnativa, tra le più dure al mondo. Abbiamo attraversato paesaggi mozzafiato, superando le tante difficoltà che l’insistente pioggia caduta in Emilia Romagna ci ha riservato sia in partenza che all’arrivo – racconta stremato ma soddisfatto del risultato raggiunto Dario Della Pace. La lunga sfida in solitaria, in autosufficienza, con snack frugali a base di frutta, acqua e integratori, mette a contatto con il proprio corpo e aiuta a riscoprirsi. Correre regala un senso di libertà”.

Ora per Dario Della Pace il meritato riposo e al rientro in Salento, ad attenderlo l’abbraccio dei compagni della “Podistica Copertino”.

Published in Sport

Cus Lecce protagonista con gli studenti-atleti di Unisalento.

Dalle aule al campo da gioco il passo è breve, quando proficuo per la crescita delle rappresentative del centro universitario studentesco guidato dal presidente Roberto Rella. Dal calcio al basket, le squadre di universitari, che hanno aderito al regolamento dello studente-atleta realizzato per l’Università del Salento, dal docente Luigi Melica, sono pronte a dar battaglia per conquistare il pass per le finali nazionali CUSI in programma nel mese di maggio a L’Aquila.

Occhi puntati oggi pomeriggio al Palazzetto dello sport di Monteroni per l’esordio casalingo del team basket, alla sua prima partecipazione alle fasi di qualificazione. Il sestetto di coach Manuele Mocavero, dopo lo sfortunato match inaugurale in trasferta contro Bari, nel ritorno proverà a ribaltare il risultato con l’obiettivo si raggiungere la formazione del Cus Catania nel secondo turno preliminare.

La formazione di calcio a 11 invece, allenata da mister Vittorio Botrugno, affiancato dal vice Paolo Verdesca, dopo essere uscita battuta 2 a 1 dalla trasferta contro il Cus Cassino è chiamata alla rimonta nella gara di ritorno in programma ad aprile.

Published in Sport

Copertina di settimana per pallavolo e biliardo. Protagoniste in campo le baby atlete della Pvk.VeRa e sul panno verde Cinzia Ianne Erroi.

In casa Pvk, superlativo il risultato della formazione Under14 allenata dai coach Simone Pati e Fabrizio Gloria. Le giovani pallavoliste, Dhaffny, Tecla, Gaia, Benedetta, Federica, Eleonora, Sara, Maria Chiara, Sofia e Carolina, sostenute dalla veterana Tiziana Orlanduccio, hanno battuto le pari età della FutureVolley San Pietro, conquistando il pass per le Final Four provinciali.

La fase finale, che decreterà il vincitore assoluto, inizierà martedì 19 marzo, in trasferta a Brindisi, contro la formazione Presicce/Spongano. Nell’altra semifinale si affronteranno Taviano e Brindisi.

Nella sala biliardo “Il panno verde” di Carmiano invece è andato in scena il Primo torneo “Memorial Alberto De Lucia”. Circa 150 gli iscritti. Dopo una lunga fase di qualificazione, Cinzia Ianne Erroi, giunta in finale da favorita, nonché padrona di casa, contro Felice Nucida, ha vinto meritatamente la sfida per 2 a 0 (specialità goriziana e italiana). A premiare la campionessa carmianese era presente il delegato provinciale del comitato FIBIS, Andrea Toni.

Published in Sport

Prime in classifica e qualificazione agli ottavi per le baby giocatrici della Pvk-Ve.ra Carmiano.

La formazione under14 di pallavolo femminile, allenata dai mister Fabrizio Gloria e Simone Pati, con il successo nell’ultimo turno contro Copertino, ha consolidato con 42 punti totali, il primato nel girone B della regular season, conquistando il pass per le sfide che condurranno sino alla “Final four” provinciale.

Le future avversarie della giovane formazione salentina, verranno svelate nei prossimi giorni con un sorteggio che deciderà gli abbinamenti per la fase finale.

Published in Sport
Pagina 1 di 4
110_deplint.jpg070_annaluce.jpg080_rosetta.jpg170_pneumatic.jpg100_vetrugno.jpg090_liaci.jpg130_solazzo.jpg160_mq.jpg030_ortokinesis.jpg