Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Giovedì, 20 Giugno 2024
020_idrovelox50.jpg220_liaci.jpg205_martena.jpg200_carrozzo.jpg040_compasso.jpg010_bluesea.jpg210_mondofiori.jpg025_radallarm.jpg180_winet.jpg

Nuovi sviluppi sulla carenza di pediatri a Carmiano. Nelle scorse ore, Comune e Asl si sono incontrati per trovare una soluzione all’assenza di assistenza pediatrica che da domani sarà effettiva in paese con il pensionamento del dottore Luciano Merli. La sede individuata per il nuovo pediatra in arrivo, sarebbe la Guardia Medica.

Dall’incontro svolto nella sede del distretto sanitario di Campi Salentina, tra il sindaco Gianni Erroi, il responsabile del dipartimento Roberto Pulli, Lorenzo De Giovanni (Responsabile Asl Lecce “Cure pediatriche primarie”), è emersa infatti la disponibilità del dottore Romeo Metrangolo, pediatra in servizio a Squinzano, ad acquisire i circa 200 bambini assistibili di Carmiano e Magliano.

Questa la nota diffusa dal primo cittadino, Erroi, per aggiornare i cittadini sulla questione. “Durante l’incontro ha prevalso la forte volontà di ovviare a questa grave carenza ed a tal proposito, il dott. Metrangolo ha manifestato l’intenzione di aprire un secondo studio professionale nel nostro paese, al fine di garantire il servizio, risolvendo la lacuna assistenziale. Ringrazio sentitamente il dott. Metrangolo, pediatra di comprovata esperienza, i dottori Pulli e De Giovanni per la sensibilità dimostrata. Posta l’urgenza, gli stessi mi hanno garantito la massima celerità nel disbrigo della pratica burocratica, stimando in una settimana o dieci giorni al massimo la ripresa del servizio pediatrico su Carmiano e Magliano. Abbiamo anche stabilito che il dott. Metrangolo svolgerà la sua attività professionale presso i locali dell’attuale Guardia Medica. Mi sono impegnato – ha concluso il sindaco - in maniera tempestiva nella risoluzione del problema che si è venuto a creare e che è da imputare alla denatalità che, ahimè, ha colpito il nostro paese negli ultimi anni. Ringrazio tutti coloro che, in maniera educata e costruttiva, si sono fatti portavoce di questa problematica”.

Published in Attualità

La carenza di medici colpisce i pediatri leccesi e i loro piccoli assistiti. Prime crepe negli organici provinciali dove, dai calcoli registrati dal sistema regionale “Edotto” sono emerse 2 zone carenti (Maglie e Taurisano), 2 zone da attenzionare (Trepuzzi e Ruffano) e il caso Carmiano, che da martedì 21 marzo resterà senza pediatri, dopo che anche l’ultimo, il dottore Luciano Merli andrà in pensione per raggiunti limiti d’età.
La questione monitorata dall’Asl Lecce e dal sindacato Fimp (Federazione Italiana Medici Pediatri) dovrebbe evolversi positivamente in molte delle situazioni critiche, almeno nell’immediato sfruttando anche l’organizzazione dei distretti sanitari, ma il problema tuttavia resta e potrebbe ritornare nei prossimi mesi in molti altri comuni della provincia. In particolare a Maglie (dove andrà in pensione nelle prossime settimane la dottoressa Buffo) e a Taurisano dove una pediatra ha ottenuto il trasferimento ad Aradeo, le procedure messe in moto dall’Azienda sanitaria leccese consentiranno nell’arco di pochi mesi, attraverso mobilità interna al distretto sanitario e poi successiva sostituzione con un nuovo medico, la copertura delle zone carenti.
Al contrario a Carmiano, il pensionamento dell’ultimo pediatra non dovrebbe portare ad alcuna sostituzione. E neppure la legge “Milleproroghe” approvata di recente in Parlamento ha risolto la questione, per via di cavilli burocratici che hanno portato alla bocciatura da parte dell’Asl Lecce della richiesta del dottore Luciano Merli di rinviare la pensione a 72 anni. “Il problema della denatalità e l’elevato numero di pensionamenti stanno creando questi problemi – afferma Lorenzo De Giovanni, segretario Fimp e responsabile delle cure pediatriche in Asl Lecce – che potranno ripresentarsi anche in altre realtà. A Carmiano, stando ai dati elaborati dalla Regione e dall’Asl, non si creerebbe carenza assistenziale e le famiglie dei circa 200 bambini assistibili tra 0 e 6 anni, presenti nel comune nord salentino, (non sufficienti numericamente ad attivare la zona carente) dovranno spostarsi nei paesi limitrofi, ricadenti nel distretto socio sanitario di Campi Salentina, per il nuovo pediatra. Comprendiamo le difficoltà per le famiglie – aggiunge il medico – e l’invito in questi casi per Istituzioni locali e medici incaricati (disponibili al momento dovrebbero essere i pediatri Metrangolo, Martina e Montinaro, da Squinzano, Novoli e Veglie) è di collaborare per l’apertura di uno studio in loco”. Gli adolescenti tra 6 e 14 anni invece potranno passare in carico ai medici di famiglia. Sul disagio lamentato dalle famiglie che dal prossimo 21 marzo si ritroveranno senza pediatra, è intervenuto il primo cittadino di Carmiano, Gianni Erroi, che domani alle 12.30 incontrerà presso il distretto sanitario di Campi Salentina i referenti Asl. “La questione è monitorata – ha chiarito il sindaco – e con il supporto dell’Asl Lecce e del direttore del Distretto di Campi Salentina, Roberto Pulli, troveremo una soluzione che consentirà la sostituzione temporanea del medico che va in pensione, in attesa di una definitiva nuova nomina affinchè non si crei disagio alle famiglie”.

Published in Attualità
180_quarta.jpg025_martena.jpg030_solazzo.jpg070_annaluce.jpg030_ortokinesis.jpg045_vcn.jpg170_pneumatic.jpg