Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Martedì, 14 Luglio 2020
120_duesse.jpg045_vcn.jpg030_solazzo.jpg020_idrovelox.jpg040_compasso.jpg180_winet.jpg010_bluesea.jpg
Erroi: "In arrivo le prime sanzioni per chi inquina l'ambiente"

Erroi: "In arrivo le prime sanzioni per chi inquina l'ambiente"

L’assessore all’ambiente Gianni Erroi risponde all’invito di Casa Pound e rilancia la battaglia comune contro gli “sporcaccioni”.

“Queste immagini ci fanno comprendere quanto alcuni cittadini, che non è detto che siano di Carmiano o Magliano,  sono maleducati. Tuttavia questo è pur sempre un comportamento che nuoce al nostro territorio - precisa Erroi. L’amministrazione tiene all’ambiente e continuerà nella sua opera di sensibilizzazione ed educazione per il compimento del gesto giusto.

Pertanto, esorto tutti gli utenti a comportarsi nel modo corretto, e qualora dovessero sbagliare a differenziare, c’è sempre un rimedio, che non è certo quello di buttare la spazzatura in campagna, che oltre ad inquinare può arrecare un aumento della spesa ecologica su tutti i cittadini, anche quelli corretti e virtuosi che in breve tempo hanno consentito alla comunità di Carmiano e Magliano di raggiungere il 70% di raccolta differenziata. Questo perché – prosegue l’assessore - l’appalto prevede il porta a porta ma non copre la pulizia delle campagne.

Stiamo già provvedendo, grazie alle immagini del drone, a sanzionare i primi responsabili dell’inquinamento ambientale, mentre per le aree in foto ci attiveremo per eliminare la spazzatura e ripristinare i luoghi. Ringrazio inoltre il movimento per la comunicazione effettuata, affinché ciò serva da monito per il futuro e invito tutti i cittadini a segnalare eventuali comportamenti nocivi per ambiente, salute e territorio. Non è giusto - chiosa Erroi - che tutti paghino per le colpe di pochi “criminali ecologici”.

030_ortokinesis.jpg070_annaluce.jpg090_liaci.jpg080_rosetta.jpg110_deplint.jpg100_vetrugno.jpg130_solazzo.jpg170_pneumatic.jpg