Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. Per saperne di piu'

Approvo
Sabato, 20 Aprile 2024
180_winet.jpg200_carrozzo.jpg210_mondofiori.jpg020_idrovelox50.jpg025_radallarm.jpg010_bluesea.jpg040_compasso.jpg220_liaci.jpg205_martena.jpg
Lotta agli effetti della xylella, distribuite circa 7000 piante di olivo tra Carmiano e Nardò

Lotta agli effetti della xylella, distribuite circa 7000 piante di olivo tra Carmiano e Nardò

La distribuzione e messa a dimora degli alberi di ulivo del progetto PiantiamOli è conclusa, il paesaggio agrario devastato dalla xyella oggi è più forte. Sono state circa 7000, infatti, le piante di olivo “resistenti”, che il Comune di Carmiano e quello di Nardò, da gennaio 2023 ad oggi, hanno assegnato gratuitamente a proprietari e conduttori di fondi agricoli. A questo fine, com’è noto, le due amministrazioni comunali hanno messo in piedi un bando per selezionare gli aventi diritto all’assegnazione. Ogni destinatario ha ricevuto da un minimo di 30 a un massimo di 290 piante.  
“Siamo scesi in campo a tutela degli ulivi e del paesaggio agrario – spiega il sindaco Pippi Mellone – contro gli effetti devastanti della Xylella. Distribuendo piante di ulivo che certamente hanno reso più ricco e più forte il nostro patrimonio arboreo. Visto il riscontro molto positivo, rifaremo il bando anche quest’anno, sempre in modalità semplificata, senza troppa burocrazia, in grado di consentirci velocemente e facilmente di distribuire e far mettere a dimora gli alberi. Sin da subito, siamo disponibili a trasferire ai Comuni che vorranno questa “best practice”, estendendo al territorio provinciale i benefici di una misura utile perché sostiene i piccolissimi proprietari terrieri, che sono tantissimi, ma che sono sempre esclusi dai grossi bandi”.
Ancora prima di Nardò, il progetto PiantiamOli ha funzionato molto bene anche a Carmiano, dove sono state distribuite circa 3200 piante.   
“Ringraziamo il Comune di Carmiano e l’assessore Camillo Villani Miglietta – sottolinea il consigliere delegato all’Agricoltura Pierpaolo Giuri – per il supporto tecnico sul bando, molto prezioso per fare le cose bene e in fretta. È chiaro che il rafforzamento degli oliveti garantisce il mantenimento e il miglioramento dei caratteri, della struttura e dell’articolazione del paesaggio agrario colpito duramente dalla Xyella. Un patrimonio naturale, storico-culturale e ovviamente economico”. “Spero che PiantiamOli – aggiunge l’assessore alle Attività produttive del Comune di Carmiano, Camillo Villani Miglietta – sia un modello anche per altre amministrazioni, che intendono difendere il patrimonio arboreo, il paesaggio e i proprietari e conduttori di fondi agricoli. Così come ha fatto Nardò, che come Carmiano ha una forte vocazione agricola. È un modo per compensare in qualche modo chi ha visto in poco tempo incenerirsi interi campi di ulivo e per riforestare di Salento”. Per il primo cittadino Gianni Erroi, “Piantiamoli,non è più un progetto sperimentale, ma una certezza. Per questo motivo, nelle prossime settimane, annunceremo la riapertura dell’Avviso pubblico per l’assegnazione gratuita di ulteriori piante”.
030_solazzo.jpg025_martena.jpg180_quarta.jpg170_pneumatic.jpg070_annaluce.jpg045_vcn.jpg030_ortokinesis.jpg